Direttore: Aldo Varano    

REGGIO. L'Anassilaos promuove la "Festa della Poesia d'Estate"

REGGIO. L'Anassilaos promuove la "Festa della Poesia d'Estate"
Si terrà da giovedì 23 luglio a domenica 26 luglio presso il Chiostro di San Giorgio al Corso, dalle ore 20,30,  la 5^ Festa della Poesia d’Estate promossa dall’Associazione Culturale Anassilaos, patrocinata dal Comune di Reggio Calabria e dall’Assessorato Provinciale alla Cultura. Si comincia giovedì 23 luglio con l’inaugurazione della mostra  sul tema “I nostri amici poeti” dedicata ai poeti reggini e calabresi insigniti del Premio Anassilaos o ai quali il Sodalizio reggino ha dedicato incontri e approfondimenti. L’edizione 2015 della Festa della Poesia è dedicata a Dante Alighieri, nel 750° della nascita del grande poeta e non a caso proprio a Dante sono dedicati alcuni momenti significativi della prima giornata della Festa. Un video  “Omaggio a Dante Alighieri”, realizzato da Giacomo Marcianò con la consulenza letteraria di Francesca Neri, un breve momento di danza dedicato alla Divina Commedia con una coreografia realizzata per l’occasione dall’artista Fatima Ranieri, una rilettura, infine, del Poema dal titolo “Avventure tra terre e cielo del Maestro Dante Alighiero” scritto in terza persona, da Daniela Scuncia. La  proiezione delle video-poesie che hanno partecipato al concorso concluderà la serata. La sera successiva, venerdì 24 luglio, si terrà l’ormai consueto appuntamento con il reading libero di versi e parole “I poeti parlano e recitano” affidato ai poeti dei “Lunedì della Poesia” e agli altri partecipanti ai quali è concesso un piccolo spazio (3  minuti circa per presentarsi e leggere i propri versi. Brevi interventi introduttivi di Maria Festa, Francesca Neri e Pina De Felice spiegheranno il senso dell’iniziativa condotta da Lilly Arcudi. Ospite della serata la Prof.ssa Maria da Graça Gomes de Pina, Lettrice di Lingua portoghese presso l’ Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”, studiosa di Eugenio Tavares e Natália de Oliveira Correia . Le serate successive, sabato 25 e domenica 26 luglio saranno invece dedicate al Concorso per la  Poesia in vernacolo e a quello per la Poesia in lingua.  Come consuetudine sarà una giuria “popolare”, espressione della società civile, ad esprimersi, nell’immediatezza, sulle liriche che saranno lette dagli stessi autori o dai poeti del Lunedì di Anassilaos. Con la Festa della Poesia d’Estate l’Associazione Anassilaos si propone, ancora una volta, di riportare la poesia in piazza, tra le gente e tra i giovani, di restituirla ad essi e di togliere ai concorsi letterari quell’aria da conventicola segreta che male si coniuga con il carattere popolare della poesia. Ci si rende anche conto che la giuria, in un concorso siffatto, ha pochi minuti per esprimere il proprio giudizio, ma questo è proprio l’intento della iniziativa che l’Associazione propone, quale invito ai poeti per una poesia “semplice” e “popolare” – dove semplice e popolare non vuol dire, ovviamente, priva di valori contenutistici e formali –  che sappia comunicare ai lettori, non necessariamente poeti o critici letterari, emozioni e sentimenti. Una poesia che sfugga il solipsismo e il narcisismo e non si chiuda in un hortus conclusus da cui la gente resta esclusa. I poeti che hanno partecipato al concorso hanno capito il significato di quanto proposto e si sono generosamente messi in gioco. Resta l’obiettivo per l’Anassilaos, in un prossimo futuro,  di fare di tale festa  una rassegna di carattere ancor più nazionale e soprattutto europea e  mediterranea, aperta cioè anche ai paesi che si affacciano sulle sponde di quel mare nel quale è nata la poesia.