Direttore: Aldo Varano    

BAGNARA (RC). Venerdì 31 Luglio salotto d'Autore con Vincenzo Laurendi e Rocco Nassi

BAGNARA (RC). Venerdì 31 Luglio salotto d'Autore con Vincenzo Laurendi e Rocco Nassi

 

Si svolgerà venerdì 31 luglio, alle ore 21:00, presso la Piazza Matteotti di Bagnara Calabra, il salotto d'autore “Bagnara Disobliata. Il sogno e la realtà”, con Vincenzo Laurendi e Rocco Nassi, autori rispettivamente dei libri “I giochi di Morfeo” e “U ricriju r'u me' cori”, condotti dall'editore Salvatore Bellantone e dal presidente della Pro Loco, Bruno Ienco.

I GIOCHI DI MORFEO: Morfeo, dio dei sogni, si sveglia dopo millenni di letargo e si rende conto che gli umani, ormai avviluppati in un mondo consumistico e materialistico, hanno di nuovo bisogno di sognare. Nei sette racconti che compongono l'opera, ambientati nel sud Italia, Morfeo interverrà nei sogni degli ultimi della società – divorziati, migranti, disabili, emarginati, prostitute, omosessuali, anziani, criminali, vittime di mafia e di abusi sessuali – per dare loro l'ultima speranza capace di trasformare la loro vita, triste e grigia come una crisalide, in una incantevole e colorata farfalla: l'amore.

VINCENZO LAURENDI è nato a Saronno (Va), l’11 gennaio 1982. Dottore Magistrale in Lingue e Letterature Straniere, dal 2009 collabora con il portale informativo Costaviolaonline.it, divenuto nel 2014 Costaviolanews.it. Corrispondente dal 2011 della Gazzetta del Sud e speaker di Radio Medua Movida, ha già pubblicato “Ti darò il mio cuore” (Caravilla, 2012). Attualmente vive a Bagnara Calabra.

Scritta dall'ormai maturo Rocco Nassi in fatto di poesia dialettale, la silloge U RICRIJU R'U ME' CORI indaga con la parola vernacolare bagnarese le ragioni della decadenza della terra natìa ed esprime la speranza della sua rinascita, possibile quest'ultima soltanto se le nuove generazioni riusciranno a vedere il Meridione d'Italia con gli stessi occhi sognanti del poeta e a parlare la lingua dialettale con la consapevolezza della sua importanza. Le note sono a cura di Giuseppe Antonio Martino.

ROCCO NASSI (Bagnara Calabra, 1963) è sposato con Slowicka Mariola Iwona e ha due figli, Emanuele e Roberta. Appassionato divulgatore di poesia vernacolare, da anni partecipa attivamente alla vita associativa bagnarese. Fondatore del gruppo Parra e scrivi comu ti fici to’ mamma, collabora con diversi siti di poesia dialettale. Dal 2011 cura il blog rocconassi.blogspot.com. Ha pubblicato: Bagnara rari bellizzi (Ass. Capo Marturano, 2007), Pe’ comu parru scrivu: amari penzeri... (2010), ’I ’sta terra parru d’amuri (Caravilla, 2012), No’ esti na źannella (Disoblio Edizioni, 2014). Attualmente, vive e lavora a Bagnara Calabra.