Direttore: Aldo Varano    

REGGIO. Domani l'Anassilaos promuove incontro "L'espace d'un matin"

REGGIO. Domani l'Anassilaos promuove incontro "L'espace d'un matin"
 

Con un incontro sul tema “l’espace d’un matin” la Sezione Poesia dell’Associazione Culturale Anassilaos concluderà al Chiostro di San Giorgio giovedì 27 agosto alle ore 21,00 il ciclo di iniziative dedicate alla poesia e promosse nel corso dell’estate. Gli incontri avevano avuto inizio il 1 luglio scorso con la “Notte della Poesia” ed erano proseguiti con i quattro giorni dedicati alla Festa della Poesia. Il tema della manifestazione conclusiva prende spunto da un verso celeberrimo del poeta francese François de Malherbe (1555-1628), parte di una più vasta composizione dedicata a consolare un’amica della perdita della giovane figlia (“Mais elle était du monde où les plus belles choses Ont le pire destin, Et rose, elle a vécu ce que vivent les roses L'espace d'un matin” – “ Ma lei era di quel mondo dove le più belle cose Hanno il peggior destino, E rosa, lei ha vissuto quel che vivono le rose Lo spazio d'un mattino”). Come già nell’incontro di apertura ancora una volta, al centro della riflessione e della lettura, sarà la fragilità e caducità della bellezza e quindi della poesia e – di riflesso – della umana esistenza. I Poeti del Lunedì e tutti gli altri che parteciperanno sono stati invitati a leggere i versi dei più grandi poeti antichi e moderni aventi per tema proprio la caducità e la fragilità della vita e della bellezza. Tra i poeti-lettori che hanno finora aderito all’iniziativa Carlo Menga, Lilly Arcudi, Mimma Iannò, Pina de Felice, Pino Papasergio, Giacomo Marcianò, Mimma Licastro, Nanni Barbaro, Nanà Lo Giudice, Daniela Scuncia, Antonella Postorino, Pietro Rossetti, Domenico Nava, Mariangela Caminiti. Quanto ai brani poetici si parte dal greco Mimnermo e si prosegue con Catullo (“Da mi basia mille”) e Orazio (“Exegi monumentum aere perennius”) per giungere fino a Lorenzo il Magnifico (“Quant'è bella giovinezza, Che si fugge tuttavia! Chi vuol esser lieto, sia: di doman non c'è certezza”) e poi ancora al francese Baudelaire e agli statunitensi Emily Dickinson e Thomas Stearns Eliot con testi – ed è anche la novità e il frutto dell’intenso lavoro compiuto all’interno del laboratorio dei Lunedì di Anassilaos - tradotti dagli stessi lettori. L’incontro si aprirà con l’intervento di Maria Festa, poetessa, saggista e Presidente d’Onore di Anassilaos. La serata proseguirà con Fatima Ranieri che – come già avvenuto il 1° luglio con una coreografia ispirata al “Gelsomino notturno” di Pascoli – danzerà sul tema ispirato a l’espace d’un matin di Malherbe. Un breve documentario ispirato alle voci dei grandi poeti - italiani e non - del Novecento curato da Giacomo Marcianò concluderà la serata ma non le attività della Sezione Poesia che, condotta da Pina De Felice e Lilly Arcudi, proseguiranno ancora a in autunno.