Direttore: Aldo Varano    

CROTONE. Guardia di Finanza scopre truffa sull'utilizzo fondi UE

CROTONE. Guardia di Finanza scopre truffa sull'utilizzo fondi UE
 

Una truffa sull'utilizzo dei fondi dell'Unione europea è stata scoperta dal nucleo di polizia tributaria della guardia di finanza di Crotone che, in esecuzione di un provvedimento di sequestro preventivo emesso dal gip Michele Ciociola, ha denunciato il legale rappresentante di un'impresa nel settore delle costruzioni per l'indebita percezione di erogazioni pubbliche e ha sequestrato beni per 391mila euro. I finanzieri hanno monitorato l'iter dell'impiego di risorse comunitarie, erogate attraverso la Regione Calabria, destinate ad incentivare le imprese per l'incremento occupazionale e la formazione in azienda di dipendenti neo-assunti nella categoria dei lavoratori svantaggiati. La società finita nel mirino era beneficiaria di un contributo di 345mila per le spese relative ai costi salariali e di 46mila per quelle legate ai corsi di formazione. Dagli accertamenti svolti sono emerse "numerose irregolarità" sia sulle assunzioni che sui corsi di formazione che i lavoratori avrebbero dovuto frequentare mentre solo due lavoratori hanno dichiarato di aver preso parte ai corsi, della durata di pochi giorni. Altri dipendenti sentiti, spiega la guardia di finanza, hanno negato di aver preso parte a corsi o stage in azienda o presso i cantieri, diversamente da quanto attestato sul registro delle presenze, predisposto per la rendicontazione della spesa sostenuta alla Regione Calabria. La guardia di finanza contesta l'indebita percezione dei finanziamenti, per un totale di 391mila euro.