Direttore: Aldo Varano    

MAGORNO (PD): "confronto per tracciare una rotta unitaria"

MAGORNO (PD): "confronto per tracciare una rotta unitaria"
"Oggi a Lamezia ci confronteremo a tutto campo e attraverso i contributi di tutte le componenti del nostro partito tracceremo quella rotta unitaria che il Pd dovrà seguire per continuare nel suo impegno a favore del governo regionale, guidato dall’on. Mario Oliverio», lo dichiara il segretario regionale del Pd Ernesto Magorno, alla vigilia dell’appuntamento di domani lunedì 6 settembre, primo incontro della nuova Giunta regionale con i parlamentari calabresi del Pd, i Consiglieri regionali, i sindaci, i segretari provinciali. «La complessità delle diverse ed improrogabili questioni che riguardano la Calabria non fa paura al Pd, che è consapevole delle responsabilità che i calabresi stessi gli hanno dato con il voto popolare. Responsabilità che rafforzano le necessità di fare ulteriormente squadra e di continuare a rendere sempre vivo e costante l’intesa e lo scambio reciproco con il Presidente Oliverio e con la sua squadra di Governo. Per questo l’incontro di domani sarà un momento di conoscenza e di dialogo, a 360 gradi, tra la Giunta e tutte le altre rappresentanze istituzionali del partito, sempre e comunque, lo ribadisco, nell’ottica di sostenerne l’attività di governo obiettivo prioritario che il Pd calabrese si è posto, senza se e senza ma ». Dice ancora Magorno: «Sulla questione del provvedimento dell’Anticorruzione sull’incarico a Commissario dell’A.S.P. di Reggio conferito al dott. Santo Gioffrè, voglio dire che si tratta di una complessa vicenda amministrativa, sulla quale ci sono pareri giuridici diversi, nella quale il Dr. Cantone ha assunto una decisione che non rappresenta una decisione giurisdizionale ma che anzi può essere sottoposta a una valutazione per una decisione da parte degli organi di giustizia amministrativa. Questo, lo dico con la massima serenità, sempre nel pieno rispetto del ruolo dell’Autorità stessa che svolge un lavoro di fondamentale importanza per il Paese. In tal senso è bene sottolineare che il provvedimento che riguarda la Giunta regionale calabrese non è riferito ad alcun fatto di corruzione ma solo ed esclusivamente all’assegnazione dell’incarico conferito al dott. Gioffrè. Così com’è bene evidenziare, a scanso di ogni possibile speculazione, che la sospensione non inficia il percorso di Governo del presidente Oliverio e della sua Giunta che non viene in alcun modo diminuita nelle sue competenze e, come va sottolineato a gran voce e con assoluta decisione, non viene in alcun modo intaccato nella sua credibilità ».