Direttore: Aldo Varano    

Statale 106, Crea (Torrente Oliveto): "sottopassi e gallerie in stato di abbandono"

Statale 106, Crea (Torrente Oliveto): "sottopassi e gallerie in stato di abbandono"
Anche se a distanza di pochi giorni dall' ultima segnalazione datata 14 settembre u.s. la condizione di forte degrado che presenta il sottopasso dell'ANAS situato al Km 22+150 della Ss 106 di Capo D'Armi ci spinge inevitabilmente a ritornare sull'argomento per rappresentare alle Ill.me Istituzioni in indirizzo la necessità di una immediata verifica sulla struttura. Invero, sebbene da circa dieci giorni ha smesso di piovere notiamo il perdurare di notevoli infiltrazioni di acqua e il continuo gocciolamento dal tetto del sottopasso che hanno interessato ampiamente anche l'adiacente galleria ferroviaria in uso".
Lo scrive Vincenzo Crea Referente unico dell'Ancadic Onlus, e Responsabile del Comitato spontaneo "Torrente Oliveto".

"Infatti sia in alto che lungo le pareti interne del sottopasso sono venute meno le condizioni per un'efficace protezione delle armature che si sono in gran parte degradate facendo "espellere " il copriferro, così da esporre sempre di più agli attacchi esterni il calcestruzzo armato. Ciò ha comportato il distacco di porzioni di cemento. Nel sottopasso e anche sulla parete esterna lato mare della galleria ferroviaria in via dei Tritoni insistono delle tubazioni idriche ed è altamente probabile che la causa di tale criticità sia da attribuire alla rottura o alla perdita di qualche tubo che non è stato prontamente riparato. Infatti il tetto della galleria è ampiamente interessato da perdite idriche prodotte da due tubazioni appoggiate sulla piattaforma muraria, che sicuramente avranno prodotto delle infiltrazioni nella galleria. Certo che per raggiungere questo stato di degrado ce n'è voluto di tempo e di acqua ed è incredibile che nessuno se ne sia accorto, speriamo almeno che se crolla la strada qualcuno se ne accorgerà. Per quanto riguarda la tubazione idrica posta sulla parete esterna lato mare della galleria lo scorso 15 settembre abbiamo segnalato al Comune di Motta SG richiedendo un immediato intervento il perdurare da oltre due anni, di un impressionante quantitativo di acqua per uso umano dall'alto della tubazione idrica situata sulla facciata della galleria Ferroviaria, evidenziando che lo spruzzo dell'acqua dall'alto oltre a recare possibili danni alla struttura muraria crea non pochi disagi ai pedoni e rende viscido l'asfalto stradale pregiudicando l'integrità fisica dei passanti. Chi paga per i danni arrecati? I rami secchi di un albero stanno arrivando sui binari. In conclusione appare necessario verificare se la struttura portante del viadotto mantiene ancora i requisiti minimi di sicurezza per sopportare l'imponente volume di traffico che ininterrottamente transita sulla Ss 106, nonché eventuali danni riportati alla galleria, in quanto tragiche sarebbero le conseguenze se si staccasse una porzione di cemento al passaggio di un treno. Sulla tematica sono stati interessati: la Condirezione Generale Tecnica dell'ANAS, il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, il Ministro dell'Ambiente e della Tutela del territorio e del Mare, l'Amministratore delegato del Gruppo Ferrovie dello Stato e il Prefetto della provincia di Reggio Calabria".