Direttore: Aldo Varano    

REGGIO. “L’orto di Calipso” ha celebrato la musica classica

REGGIO. “L’orto di Calipso” ha celebrato la musica classica
 

 

   

L'arte musicale ha accarezzato e riscaldato i cuori dei numerosi reggini presenti ieri nella chiesa di San Giorgio al Corso per assistere al concerto sul tema "L'orto di Calipso". Un appuntamento inserito all'interno del "Garden Day", nell'ambito del progetto P.i.s.u. "Orto di Calipso - Il Giardino Mediterraneo tra Arte Leggende Mitologia", con una serie di eventi ed attività in programma fino a domani che si svolgeranno soprattutto sul lungomare Falcomatà. La natura è stato il soggetto centrale delle note di Mendelssohn, Mozart e Vivaldi, fatte vibrare con maestria e brio dall'orchestra del teatro "Francesco Cilea" attraverso le prestazioni di Alessandro Carere e del soprano Ilenia Morabito e che ha visto protagonista anche il Collegium vocale Rhégion, una nuova formazione di giovani e talentuosi artisti reggini, nata dall'idea del maestro Luigi Miriello. Otto i brani in scaletta. Hanno esordito gli archi dell'orchestra di fiato con "Piccola serenata notturna" di Wolfgang Amadeus Mozart. A seguire, in scena il bravo flautista Carere che, assieme all'orchestra diretta da Miriello, ha eseguito due opere di Antonio Vivaldi, "La notte" e "Il cardellino". Applausi a scena aperta da parte del pubblico che ha manifestato grande apprezzamento anche per la successiva performance del Collegium vocale Rhégion, che si è esibito in diverse composizioni del pianista e organista tedesco Jakob Ludwig Felix Mendelssohn, concludendo con "Hör Mein Bitten", melodia quest'ultima interpretata dal soprano Ilenia Morabito. Un momento di intensa e viva espressione artistica che la musica classica riesce sempre ad interpretare con la chiarezza e la regolarità delle sue sinfonie. Caratteristiche basilari di questo genere musicale che dona, nel contempo, serenità e intimità dando spazio ai sentimenti più profondi dell'animo umano e, quindi, dell'esistenza. Anche oggi e domani, come detto, l'iniziativa "Orto di Calipso" sarà nuovamente presente in città con due appuntamenti-cardine. Il primo si terrà al Museo archeologico nazionale con la proiezione di una video-installazione dalle 9 alle 20. E domani, infine, alle 9:30 si svolgerà un seminario sul progetto nella sala delle conferenze della Biblioteca comunale "Pietro de Nava".