Direttore: Aldo Varano    

REGGIO. Castorina (PD): "Opposizione demagogica e irresponsabile su Santa Venere. L'Amministrazione è già avanti''

REGGIO. Castorina (PD): "Opposizione demagogica e irresponsabile su Santa Venere. L'Amministrazione è già avanti''
  

'Demagogica, strumentale, populista, irresponsabile''. Il capogruppo del Partito Democratico in consiglio comunale Nino Castorina bolla così la conferenza stampa tenuta da alcuni consiglieri comunali di minoranza sulla strada per la frazione collinare di Santa Venere. 
''L'opposizione si sveglia dal torpore - dichiara Castorina - probabilmente destata da qualche secchiata d'acqua gelida lanciata dall'alto, ma scende dal letto con il piede sbagliato procurandosi l'ennesimo scivolone. Assurdo pensare che due consiglieri comunali, peraltro giovani neo avvocati, spingano l'amministrazione a compiere illeciti amministrativi e penali intervenendo su un bene che ad oggi non è di proprietà del Comune. E che nel farlo tentino maldestramente di apporre la loro sgualcita bandierina sulla vicenda, strumentalizzando decine di famiglie che ogni giorno rischiano la vita percorrendo quella strada, unica via di collegamento tra Santa Venere ed il centro della città. Polemiche strumentali sulla pelle dei nostri concittadini: ci vuole tanto coraggio per battere i pugni adesso dopo che la loro parte politica ha governato più di dieci anni senza minimamente occuparsi della vicenda''. 

''L'Amministrazione è già avanti. I cittadini sanno che il Sindaco e gli Assessori hanno già effettuato tutti i passaggi burocratici necessari per risolvere il problema, investendo della questione sia il Consorzio di Bonifica, per il passaggio di proprietà, che l'Avvocatura Civica, per l'eventuale ipotesi di intervento su un bene non di proprietà comunale. Fatti che - prosegue ancora il capogruppo Pd - evidentemente i due novelli principi del Foro disconoscono, considerando che non si sono mai neanche lontanamente interessati alla frazione di Santa Venere, se non nelle ultime ore e per fini del tutto strumentali e demagogici, speculando sui problemi dei cittadini''. 

''Inoltre - conclude Castorina - per completezza, sul fronte del Miramare, richiamato dai consiglieri nella stessa conferenza stampa, va ricordato al capogruppo Ncd e alla ''passionaria'' di Forza Italia che da sempre il pian terreno della struttura è stato utilizzato per celebrazioni matrimoniali e per finalità identiche a quelle contenute nel recente bando.

 
Ovviamente non si va minimamente ad inficiare la destinazione turistico alberghiera che riguarda i piani sovrastanti in alcun modo interessati dal provvedimento. 
 
Evidentemente i colleghi dell'opposizione non hanno letto bene il bando e parlano imbeccati dai loro dominus, oppure lo hanno letto ma non sono stati in grado di comprenderlo. Ipotesi, quest'ultima, che sarebbe ancora più grave. O ancora probabilmente brucia il fatto che dopo anni di incuria ed abbandono l'amministrazione Falcomatà spalanca i portoni di una struttura che quando a governare erano altri, era esclusivo appannaggio di qualche piccione''.