Direttore: Aldo Varano    

ROCCISANO: " riparte Garanzia Giovani con nuove risorse"

ROCCISANO: " riparte Garanzia Giovani con nuove risorse"
La Regione riavvia la misura "Garanzia giovani" inserita nel piano regionale a sostegno dell'occupazione giovanile. Ne ha dato notizia, nel corso di una conferenza stampa tenutasi nella sede del Centro per l'impiego di Reggio Calabria, l'assessore regionale al Lavoro Federica Roccisano. "Una misura - ha spiegato - che era stata sospesa lo scorso 22 settembre, quando era stato raggiunto l'impegno di spesa di 14 mln di euro. Siamo riusciti a reperire nuove risorse dirottandole dalla mobilita' regionale ed internazionale, per ulteriori 1400 posti. Contestualmente presentiamo oggi altre due misure, che riguardano l'autoimprenditorialita', che partira' entro questa settimana, e quella della formazione orientata al lavoro". I numeri di "Garanzia giovani" relativi al Centro per l'impiego di Reggio, illustrati nel corso dell'incontro con i giornalisti, risultano incoraggianti. Su 3.747 giovani candidati, risultano 2.064 convocati, 110 in fase di convocazione, 1.868 gia' attivati e profilati. "Sono numeri - ha detto la Roccisano - di un andamento costante registrato anche sugli altri Centri dell'impiego della Calabria. Stiamo verificando, inoltre, la possibilita' di attivare altre misure per non rimanere ancorati solo al sistema dei tirocini". L'assessore ha anche dato notizia dell'imminente avvio dei sistemi di pagamento dei giovani impegnati nei tirocini formativi. "Grazie all'allineamento dei dati con il Ministero del Lavoro, siamo nelle condizioni di pagare 1.380 ragazzi, e per altri e' in preparazione un apposito decreto per circa sette milioni di euro. Abbiamo gia' fatto richiesta di ulteriori 16 mln di euro, per continuare sul progetto dei tirocini che e' quello che ha ricevuto piu' favore da parte dei giovani, perche' oltre che richiedere una procedura molto semplice, premette ai ragazzi di accrescere il proprio bagaglio culturale". Parlando delle nuove misure la Roccisano ha spiegato che il servizio di orientamento al lavoro mettera' i ragazzi nelle condizioni di avere una formazione piu' 'targhettizzata' rispetto al lavoro che intendono svolgere e avere piu' opportunita' di trovare una occupazione. C'e' da tenere conto, infine, dell'accordo, in fase di definizione con le universita' calabresi, per l'avvio dell'apprendistato in alta formazione. "Nel momento in cui questi accordi saranno tutti sottoscritti - ha concluso l'assessore al Lavoro - partira' il relativo bando dove non sara' la Regione a pagare il voucher formativo ai giovani, ma le imprese che acquisteranno la formazione dei tirocinanti che andranno dopo da loro a lavorare".