Direttore: Aldo Varano    

REGGIO. Demetrio BATTAGLIA (Pd). Per il Minniti è l'ora delle scelte

REGGIO. Demetrio BATTAGLIA (Pd). Per il Minniti è l'ora delle scelte
E' l'ora delle scelte per l'Aereoporto dello stretto, che attraversa forse il momento piu' difficile della sua vita.    "E a scegliere deve essere la politica, ma prima ancora i cittadini di Reggio Calabria", spiega Demetrio Battaglia, deputato reggino del Pd, interpellato dall'agenzia Dire. "Bisogna scegliere se l'aereoporto va rilanciato creando le condizioni per cui la sua esistenza e' compatibile con il mercato del trasporto aereo, oppure se l'aereoporto svolge una funzione pubblica importante, essenziale, per il territorio e come tale va sostenuto dalle casse pubbliche".  
 
Nel primo caso, sottolinea Battaglia, si puo' ragionare su varie formule tecniche. "Il principio da soddisfare e' garantire l'afflusso di utenti necessario. Un milione di persone all'anno, se non di piu', deve muoversi passando per l'aereoporto di Reggio". Un obiettivo che si puo' raggiungere facendo confluire sulla citta' dello stretto i viaggiatori che provengono dal messinese e quelli dell'entroterra reggino. Quindici anni addietro si penso' ad esempio all'aliscafo che dal porto di Messina portava all'aereoporto di Reggio Calabria. Poi il progetto fu abbandonato. "Ma un'altra ipotesi sarebbe quella di studiare un progetto integrato ferrovia-aereo per la Calabria del Sud". Prima ancora, ribadisce Battaglia, bisogna chiarirsi le idee su cosa deve essere l'aereoporto.   
 
Perche' se la struttura non risponde alle richieste del mercato, "allora e' giusto chiedere ai reggini se vogliono finanziarla. A partire dal Comune, dalla provincia, dal coinvolgimento di altri enti pubblici. Ma una cosa deve essere chiara: in un caso o nell'altro, bisogna prima ridurre all'osso le spese ed eliminare eventuali sovraccosti".