Direttore: Aldo Varano    

REGGIO. Occupazione, Falcomatà incontra i rappresentanti delle imprese beneficiarie

REGGIO. Occupazione, Falcomatà incontra i rappresentanti delle imprese beneficiarie
 

Il Sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà ha incontrato a Palazzo San Giorgio i rappresentanti di alcune imprese cittadine assegnatarie dei contributi previsti dal progetto “Obiettivo Occupazione”, finanziato con i fondi del Decreto Reggio. All’incontro era presente anche il Direttore Provinciale di Confcommercio Reggio Calabria Marisa Lanucara. 

   

«È stato un incontro proficuo e costruttivo - ha commentato il Sindaco Giuseppe Falcomatà - ancora una volta abbiamo condiviso con i commercianti gli intendimenti dell’Amministrazione sullo sviluppo cittadino, soprattutto per ciò che riguarda i temi economici. Lo sblocco dei fondi del Decreto Reggio è certamente uno dei passaggi più importanti di questo processo. Su Obiettivo Occupazione è sorto il problema del sequestro, operato dalla Procura di Reggio Calabria, della somma di 4 milioni stanziati appunto tra i fondi del Decreto Reggio, nell’ambito dell’inchiesta che ha visto coinvolti i rappresentanti dell’Ati Lafatre per la realizzazione del centro agroalimentare di Mortara di Pellaro. Abbiamo ribadito ai rappresentanti delle imprese che il sequestro della Procura non è in alcun modo correlato all’erogazione dei contributi previsti nell’ambito del progetto Obiettivo Occupazione, tesi peraltro comprovata anche dal Pubblico Ministero. Abbiamo trasmesso tutti i dati al Ministero e siamo in attesa che la burocrazia si determini per lo sblocco definitivo delle somme».

   

«Da parte nostra - ha concluso il Sindaco parlando agli imprenditori - continuiamo a garantire il massimo sostegno alle imprese presenti sul nostro territorio. L’opera avviata da questa Amministrazione, certamente complessa anche per via degli sfaceli prodotti dalle precedenti gestioni, va nella direzione di un supporto sempre crescente alle dinamiche economiche cittadine. Siamo dalla parte delle forze economiche sane della città. La legalità, la trasparenza, lo sviluppo dei settori strategici e la condivisione dei programmi, questa la nostra ricetta per risollevare l’economia in una città che negli anni scorsi ha toccato il fondo e che negli ultimi mesi ha già iniziato ad invertire il trend avviando il suo percorso di rinascita».