Direttore: Aldo Varano    

REGGIO. Resi pubblici i risultati della raccolta differenziata

REGGIO. Resi pubblici i risultati della raccolta differenziata
 

 

  

ReP

"Nel corso di una seguitissima conferenza tenutasi a Bocale, sono stati resi pubblici i primi risultati ufficiali della campagna di raccolta differenziata, che da ormai dieci mesi, interessa la nostra città. I dati rappresentano una realtà che si sta consolidando, toccando punte del 90% nel comprensorio di Gallina, e dimostrano che i cittadini di Reggio Calabria hanno voluto dare un forte segnale di rinnovamento e cambiamento. Ricordiamo tutti le condizioni in cui si trovano le strade della nostra città al momento dell’insediamento dell’Amministrazione Falcomatà, i cumuli di rifiuti al centro storico e nelle periferie e fin dal primo momento, quella della raccolta differenziata, è stata l’unica strategia possibile che avrebbe permesso di superare l’emergenza. Ed oggi, quello che sembrava un risultato impossibile e superando lo scetticismo di molti, i risultati sono più che positivi: è stato raggiunto l’obiettivo del 25% di raccolta, grazie al quale i cittadini non dovranno subire nuovi aumenti delle tasse e che ci consentono di non sottostare alle pesanti sanzioni della Regione nel caso in cui tale percentuale non si fosse raggiunta.Questi risultati, comunque, rappresentano solo i primi passi, si può fare sempre meglio, continuando ad educare i cittadini sul corretto smaltimento dei rifiuti, facendo capire che chi differenzia vince, ed è la nostra città che vuole e deve vincere. A beneficiarne non sarà solo l’ambiente, ma anche le tasche di tutti noi cittadini: una volta raggiunto l’obiettivo del 35% sarà possibile la riduzione dell’imposta sui rifiuti. Questo perché, contrariamente a quanto si possa pensare, i rifiuti sono una risorsa: nuovi posti di lavoro, pulizia e decoro, una nuova sensibilità ai temi dell’ecologia, sono tutti esempi di come questa iniziativa, punto focale del programma dell’Amministrazione Falcomatà, si sia dimostrata vincente."

Associazione La Svolta