Direttore: Aldo Varano    

GIOIA TAURO. Sciopero lavoratori porto, appello di Oliverio alla responsabilità

GIOIA TAURO. Sciopero lavoratori porto, appello di Oliverio alla responsabilità

 

   

“Comprendo benissimo le ansie e le preoccupazioni dei lavoratori del porto di Gioia Tauro”. E’ quanto afferma, in una nota, il Presidente della Regione Mario Oliverio. “Essi sanno –prosegue- che stiamo lavorando alacremente all’obiettivo di creare condizioni vere di rafforzamento dello sviluppo del porto e dell’indotto. Sono in atto una serie di interlocuzioni con il Governo nazionale su molti punti strategici e non solo sulla ZES, che per noi costituisce l’elemento centrale per far partire la ripresa e gli investimenti. Stiamo lavorando sui PON (Programmi Operativi Nazionali), ma anche su un nuovo Accordo di Programma Quadro che dovrà essere rimodulato rispetto a quello precedente.

 

Anche sul ruolo che MSC deve giocare a Gioia Tauro comprendo le preoccupazioni dei lavoratori e delle organizzazioni sindacali ed in tal senso riteniamo di dover sviluppare la interlocuzione che abbiamo avviato assumendo anche concrete decisioni relative all’abbattimento della tassa di ancoraggio, al fine di definire un quadro chiaro di prospettiva”. “Conosco bene la situazione e sono profondamente convinto, non da adesso, -ha aggiunto il Governatore della Calabria- che da Gioia Tauro devono partire concrete e serie azioni che possono permettere alla nostra regione di porsi positivamente al servizio del Paese  nel suo rapporto strategico con il Mediterraneo, di proporsi come risorsa ed opportunità di interesse nazionale ed europeo. Stiamo lavorando senza soste.  Anche sul versante della valorizzazione industriale dell’area del retroporto voglio ricordare che abbiamo già sottoscritto con il Ministero dello Sviluppo Economico, con la Regione Puglia, con Invitalia e con il titolare di LCV un accordo per un investimento importante per la produzione di automobili che produrrà occupazione, centinaia di posti di lavoro ed effetti importanti nell’indotto”. “Ai lavoratori del porto –conclude Oliverio- confermo il pieno impegno della Regione per il rilancio e la prospettiva di Gioia Tauro nella consapevolezza che questa infrastruttura rappresenta la base vera per il rilancio della Calabria. Proprio per questo mi permetto di rivolgere loro l’invito ad evitare atteggiamenti e forme di lotta che possono indebolire gli sforzi in atto.

 

Di fronte alle difficoltà che determinano comprensibili preoccupazioni, bisogna fare prevalere atteggiamenti di responsabilità ed unità delle forze sociali e degli enti locali che, assieme alla Regione, devono lavorare per la realizzazione dell’obiettivo di rilancio e di sviluppo del Porto e dell’area di Gioia Tauro”.