Direttore: Aldo Varano    

LAMEZIA. Nesci (M5s) chiede il sostegno del governo per i lavoratori sicurezza aeroportuale

LAMEZIA. Nesci (M5s) chiede il sostegno del governo per i lavoratori sicurezza aeroportuale
 

Con un'interrogazione parlamentare la deputata M5s Dalila Nesci è intervenuta sul «servizio di sicurezza e controllo dei passeggeri in partenza» dall'aeroporto di Lamezia Terme, «che il Consiglio dei Ministri ha individuato, lo scorso 27 agosto, come di interesse nazionale e di particolare rilevanza strategica». L'atto nasce da un servizio giornalistico apparso di recente sul portale della testata «Il Corriere della Calabria».

 

Nel ricordare ai ministri destinatari, dei Trasporti e dell'Interno, che «anche la Procura di Lamezia Terme sta indagando sulla gestione degli appalti in aeroporto», con accuse di «condotte illecite e violazioni di legge», la parlamentare 5 stelle ha segnalato al governo che sui pagamenti «ai dipendenti dell’istituto di vigilanza lì in servizio si registrano gravi ritardi da tempo, anche con frazionamenti dell'importo mensile confermati dalla stessa azienda». La parlamentare ha segnalato, inoltre, che il servizio aeroportuale di controllo passeggeri presenterebbe «una organizzazione delle risorse umane con aggravio sulla salute e la tranquillità dei lavoratori, in ragione dei turni massacranti e della mancanza di adeguato riposo, il che non può ammettersi nel delicatissimo servizio di vigilanza in argomento». Pertanto, Nesci ha chiesto se «il ministro del Lavoro non intenda accertare l'effettiva condizione e situazione dei lavoratori, anche mediante ispezioni», e quali iniziative di competenza intendano assumere i ministri interrogati «a garanzia del servizio di sicurezza e controllo dei passeggeri in partenza dall'aeroporto di Lamezia Terme, nel rispetto della dignità e dei diritti dei lavoratori impiegati».