Direttore: Aldo Varano    

Calabria. L’Arcea ha avviato i pagamenti PAC relativi al 2015. Soddisfatto il presidente Oliverio

Calabria. L’Arcea ha avviato i pagamenti PAC relativi al 2015. Soddisfatto il presidente Oliverio
      

“L’Agenzia della Regione Calabria per le Erogazioni in Agricoltura, ARCEA, ha iniziato in data odierna i pagamenti relativi al 2015, primo anno di attuazione della nuova Politica Agricola Comune.

 

Il totale dei pagamenti previsti in anticipazione è stimato in 126 milioni di euro, dei quali il primo 50%, pari a  63 milioni di euro, è stato effettuato in data odierna a 13.000 beneficiari. Il pagamento degli anticipi terminerà con il secondo pagamento previsto per la prossima settimana per analogo importo.

 

Soddisfazione ha espresso il Presidente della Regione, Mario Oliverio che ha evidenziato come “la Calabria ha compiuto ogni sforzo per riuscire a dare immediate risposte al comparto agricolo. L’avvio definitivo, con questo primo ingente pagamento, della nuova PAC segna uno spartiacque chiaro rispetto ad una delle sfide cardine di una regione moderna: efficienza e trasparenza. Tutti sappiamo che quello dell’agricoltura è un settore nel quale l’aiuto delle politiche comunitarie è essenziale, altresì debbo rimarcare come proprio in questo settore si annidano ancora sacche di rendite di posizione e di diffusa illegalità. Noi, mediante il nostro Ente Pagatore e di controllo, su questi aspetti, non faremo sconti. Voglio a tal proposito ricordare che già ad agosto scorso la Giunta Regionale ha deliberato che si costituirà parte civile in tutti i processi penali per tentata truffa ed indebite percezioni che coinvolgono ARCEA”.

 Soddisfazione ha espresso anche il Direttore dell’ARCEA, Maurizio Nicolai, che ha evidenziato come “il pagamento dei diritti della nuova PAC è un atto che assume grande rilevanza per il fatto che l’intero sistema della PAC è cambiato, siamo riusciti a concludere un iter amministrativo che sino a pochi mesi fa sembrava impossibile”. “Ora –ha concluso Nicolai- la prossima sfida è quella di guadagnare efficienza e capillarità nel sistema dei controlli”.