Direttore: Aldo Varano    

CROTONE. Festa dell'Albero dedicata alle vittime del terrorismo

CROTONE. Festa dell'Albero dedicata alle vittime del terrorismo

 

Sfidando il maltempo, domenica 22 novembre Festa dell'Albero 2015, tanti volontari si sono ritrovati presso il Giardino della Memoria Falcone e Borsellino per la pulizia dell’area, la messa a dimora di numerose piantine di ligustri come recinzione verde e per la dedica di un alberello di ulivo a Valeria Solesin, ricercatrice veneziana scomparsa nella recente strage di Parigi, a Khaled-al-Asaad, l'archeologo ucciso il 2 agosto scorso a Palmyra, ed alle altre vittime cadute a causa della barbara violenza terrorista in varie parti del mondo.

L'ulivo, donato da Italia Nostra, e le piantine di ligustro, offerte dalla cooperativa "Terre Joniche-Libera Terra", hanno contribuito a rendere l’area ancora più verde ed accogliente. Numerose le associazioni presenti: da Libera, a Italia Nostra, a Legambiente, Gruppo Archeologico Krotoniate, Piantamola, al Movimento per i diritti dei Cittadini e ad altri cittadini che hanno sostenuto l’iniziativa, condividendone le finalità. Tutti i volontari hanno auspicato di ritrovarsi insieme per altre "giornate" di lavoro e di cura a favore delle aree verdi urbane, spesso incolte e piene di rifiuti anche per mancanza di manutenzione e di rispetto.

Oltre all’ulivo, all’archeologo iracheno Khaled-al-Asaad, già direttore del grandioso sito archeologico di Palmyra, anch’esso distrutto dalla furia terrorista, sarà dedicata una Menzione speciale ad memoriam, da Italia Nostra nazionale per ricordarne la coraggiosa determinazione a difendere strenuamente il patrimonio archeologico, (atto che gli è costata la vita). Tale Menzione sarà letta nel corso della cerimonia ufficiale di consegna del Premio Umberto Zanotti Bianco, destinato a funzionari pubblici che si sono distinti nella difesa e tutela attiva del patrimonio culturale italiano. L’evento si svolgerà il 27 novembre 2015 a Roma, palazzo Giustiniani, Sala Zuccari, alla presenza dei vertici dell’associazione nazionale oltre che della presidente onoraria di Italia Nostra, Desideria Pasolini dall’Onda, l’unica in vita tra i fondatori e di tanti illustri ospiti. Le artistiche targhe-premio per i tre vincitori dell’edizione 2015, come delle due precedenti, sono state create dal Maestro orafo Michele Affidato, socio onorario nazionale di Italia Nostra.