Direttore: Aldo Varano    

REGGIO. Resoconto Cerimonia di Premiazione del XXXI Premio Mondiale di Poesia Nosside

REGGIO. Resoconto Cerimonia di Premiazione del XXXI Premio Mondiale di Poesia Nosside
 

 Venerdì 27 novembre alle cinque della sera,  nello scenario da favola del Museo Archeologico Nazionale della Magna Grecia di Reggio Calabria - con il Cavaliere di Marafioti sullo sfondo e i Bronzi di Riace e di Porticello al fianco -   si è concluso, con la Cerimonia di Premiazione e la partecipazione di un pubblico qualificato e straripante, il XXXI Premio Mondiale di Poesia Nosside.     Vincitrice Assoluta di questa Edizione è stata Maria Natalia Iiriti di Bova Marina-RC con la poesia in lingua greca di Calabria "I fonì tin nista - La voce nella notte".     Dopo il suggestivo preludio del Maestro Chitarrista Ruben Pennestrì e l'epigramma di Nosside interpretato mirabilmente dall'attrice Teresa Timpano (stupendo duo artistico che ha poi interpretato magnificamente i testi dei maggiori poeti premiati), il Direttore del Museo Arch. Carmelo G. Malacrino ha aperto l'Evento dando il Benvenuto al Premio e al numerosissimo pubblico.       Pasquale Amato, Presidente Fondatore del Premio,ha introdotto e condotto l'Evento sottolineando che "per la prima volta in 31 anni il massimo riconoscimento dell'unico Concorso globale per Poesia inedita, senza frontiere di lingue e di culture dedicato alla poetessa Nosside di Locri, è stato assegnato ad un'artista che appartiene a una delle 12 minoranze linguistiche d'Italia, erede di quel mondo ellenico che ha creato la civiltà europea e del periodo aureo della Magna Grecia.  Completano il verticele poesie delle 4 Menzioni Speciali assegnate - in rappresentanza di Africa, America ed Europa - all'italiano Giovanni Caso (Il passo dei viventi),a Amalia Faustino Mendes (Dias sem noites) delle Isole di Capo Verde,  all'argentina Rita Kratsman (Noche y Niebla)e alla brasiliana Vera Marcia Paraboli Milanese (Voo).  Esse testimoniano ulteriormente - ha osservato Amato - la dimensione senza confini del Nosside, che ha raggiunto sinora 98 Stati di tutti i continenti e accettato l'uso di una miriade di oltre 120 lingue, da quelle più diffuse a quelle minoritarie e ai dialetti.  Sono cifre straordinarie se si considera che il Nosside si regge esclusivamente sull'impegno gratuito di una rete internazionale di volontari e su esigue risorse ricavate soltanto da donazioni di singoli, associazioni e piccole aziende.Ciononostante, le sue dimensioni planetarie continuano a rompere le barriere dei pregiudizi e degli odi che serpeggiano nel pianeta". Il Nosside è nato a Reggio Calabria (prima Città-Stato fondata nella Regione col nome "Reghion" nel 730 a.C. da emigranti calcidesi ed esuli messeni) e vi conserva la mente e l'anima, pur vivendo nel mondo. Un progetto che siaffianca sempre più allestoriche eccellenze della città (tra cui spiccano il Bergamotto, il Lungomare Falcomatà e il Museo della Magna Grecia). Un Progetto che, sotto l'egida dell'UNESCO, diffonde da 31 anni nel mondo il nome della poetessa Nosside, raffigurata dallogo del grande futurista reggino Umberto Boccioni, rielaborata dalla preziosa creazione artistica che l'orafo crotonese Gerardo Sacco dona da 27 anni al Vincitore Assoluto.  Amato ha evidenziato il ruolo qualificato svolto dalla Giuria Internazionale presieduta dal prof.Giuseppe Amorosoe composta nel 2015 dallaSegretaria Rosamaria Malafarina (Italia) e dai Componenti Esterni Teresa Maria Albano (Montenegro), Clara Elizabeth Báez (Uruguay),Giuseppe Cardello (Italia), Rosalie Gallo (Brasile), Adriana Iozzi (Brasile), Mariela Johnson Salfrán (Cuba), David Lecona Rodriguez (Messico), Patricia Peterle  (Brasile), Angelo Rizzi  (Francia),Antonio Rossi (Italia), Nicola Sgro (Italia) e Antonino Zumbo (Italia). Ed ha concluso con un'annotazione: "basta scorrere l'elenco dei Premiati del 2015 nelle varie Categorie (in ciascuna di esse i poeti sono a pari merito e disposti in ordine alfabetico) per farsi un'idea delle dimensioni universali raggiunte dal Nosside".  Dopo le Menzioni Speciali, si incontrano le 8 composizioni Menzionate Straordinarie, 4 dell'Europa (2 Italia, Grecia e Montenegro), 3 delle Americhe (Cuba, Messico-Bolivia e Argentina) e 1 dell'Africa (Mozambico); le 25 Menzioni Particolari (12 dall'Europa, 11 dalle Americhe, 2 dall'Africa); 52 Menzionati e 32 Segnalati di tanti Continentiin una babele di lingue e di culture (nel Sito www.nosside.org l'elenco completo dei Premiati).  In sostanza, il Nosside ha continuato nel 2015la sua strada di Progetto planetario, orientato a valorizzare lingue e culture senza confini, dalle cinque Lingue Ufficiali del Premio (Italiano, Spagnolo, Inglese, Portoghese e Francese) all'Arabo, dal Polacco al Montenegrino, dalGreco di Calabria al Mapudungun dei Mapuche della Patagonia argentina, dal Sardo Logudorese ai dialetti reggino e siciliano,  dal Galiziano al catalano della Spagna, dalle lingue africane alla lingua quechua degli Incas del Perù.  L'Evento Finale ha concluso ill “Viaggio 2015"  (totalmente autofinanziato da dirigenti e Delegati del Premio, incidendo sul bilancio del Premio solo per Euro 19,90), un affascinante percorso che ha coinvolto città di Europa, America e Africa: La Habana (Cuba), Parigi (Francia), Santo Domingo (Rep. Dominicana), Atene (Grecia), Buenos Aires (Argentina), San Paolo (Brasile), Reggio Calabria e Lentini (Italia), Maputo(Mozambico).  Hanno partecipato Poeti, Membri della Giuria e Partners: per l'Organizzazione del Nosside:  la Segretaria della Giuria del Premio prof.ssaRosamaria Malafarina (che ha letto le Motivazioni dei maggiori premiati redatte dal Presidente della Giuria Prof. Giuseppe Amoroso), il Resp.le delle Relazioni Diplomatiche Dott. Olindo D'Agostino, il Delegato per l'Europa Arch. Glauco D'Agostino, il Delegato per l'Area Mediterranea prof. Ezzat Hassan, il Delegato per la Sicilia Dott. Salvo Rabuazzo, i componenti della Segreteria di Reggio Andrea Postorino e Paolo Surace.Hanno curato la documentazione fotografica Diego Cilio, Angelo Vazzana e lo stesso Postorino;   per i Partners: il prof. Antonino Zumbo, Pro-Rettore dell'Università per Stranieri “Dante Alighieri” di Reggio, il Vice-Presidente dell'AVIS Rc Prof. Geria,  l'avv. Antonino Pizzi, Presidente del  Consorzio del Bergamotto RC (che ha donato al pubblico campioncini di essenza Dop di Bergamotto), il Maresciallo Carmelo Iannì dell'ANC-Associazione Nazionale Carabinieri RC (che ha affiancato con i suoi volontari il lavoro prezioso del personale di custodia del Museo), Anima Mundi Bazar del Commercio Equo-Solidale (che ha esposto una gamma di pregiati prodotti al Bergamotto offrendone alcuni ai maggiori premiati), la Pasticceria “La Mimosa” che ha offerto il suo delizioso Dolce "La Bergamotta" ai maggiori premiati), la UIL Rc, il CIS Calabria (con una Delegazione guidata dalla Presidente Rosita Borruto),  l'ATAM RC (che ha offerto il tour della Città col suo Bus turistico), l'Azienda Manti (che ha offerto una gradita degustazione del suo ormai famoso Bermé, bevanda di successo composta da succo di Bergamotto di Reggio e succo di Mela del Trentino), l'Azienda Agricola Putortì (che ha contribuito alla scenografia con dieci Alberelli di Bergamotto), il Presidente Dott. Giuseppe Viola, il Circolo di Cultura Grecanica Apodiafazi con il Presidente Dott. Carmelo Giuseppe Nucera. la Fondazione Nosside di Locri con Maria Macrì,  il Comitato Bronzi di Riace e Museo Magna Grecia di Reggio Calabria con Francesco Alì, l'emittente ReggioTV (Canale Digitale Terrestre 14)  che ha curato la ripresa e trasmissione in differita dell'Evento e dedicato la puntata di venerdì 27 del Salotto dell'Editore Eduardo Lamberti Castronuovo al XXXI Premio Nosside.      L'ambiente, già splendido, è stato impreziosito dal tocco di bellezza e di eleganza di altre qualificate partecipazioni reggine: le Modelle e Hostess coordinate dal prof. Arch. Nunzio Tripodi con la creativa collaborazione della Camera Regionale della Moda presieduta dall'Arch. Giuseppe Bruzzese, della Sartoria Teatrale "Stile d'epoca"di René Bruzzese (creatrice dei bellissimi pepli greci indossati dalle nove splendide ragazze le cui acconciature sono state a cura di Nina Ventrella, Carmelisa Beatrice, Gianni Sorci e Giuseppe D'Amico), di Giada Amato e di diversi Istituti Scolastici reggini:  il Liceo Artistico "Preti-Frangipane" (Modelle: Maria Teresa Labelaine e Claudia Tornese), il Liceo Scientifico "Volta" (modelle Valeria Giuro e Angelica Serra e hostess Serena D'Ascola, Isabella Labate e Gloria Scordo),  l'Istituto "Euclide" di Bova Marina (modelle Simona Falco e Caterina Sclapari), l'Ist.Tecnico Industriale "Panella-Vallauri" (modelle Valentina Meduri e Chiara Rizzuni), l'Istituto Professionale Alberghiero di Condofuri Marina (hostess: Katia Callea, Giorgiana Petrache, Claudia Maria Sgrò).  Nella fase finale della Cerimonia il Presidente Amato ha fatto un suo Omaggio personale alla Vincitrice Assoluta e ai tre Menzionati Speciali presenti: una meravigliosa penna in legno di Bergamotto, opera di un giovane artigiano reggino in vendita presso Anima Mundi Bazar del Commercio Equo-Solidale di Reggio Calabria (Corso Garibaldi accanto alla Chiesa Battista di fronte ai Magazzini Zara).