Direttore: Aldo Varano    

L'Ass. "Basta vittime sulla SS106" sul nuovo treno regionale dedicato a Franco Nisticò

L'Ass. "Basta vittime sulla SS106" sul nuovo treno regionale dedicato a Franco Nisticò

Rep

"L'Associazione "Basta Vittime Sulla Strada Statale 106" ha assistito alla prima corsa prova del nuovo treno ATR 220destinato al servizio Regionale sulla ferrovia Jonica. Quello che è accaduto "ha lasciato incredule centinaia di cittadini" che hanno finalmente visto un treno di ultima generazione solcare i binari da Reggio Calabria a Catanzaro Lido. I nostri complimenti, quindi, agli amici dell'Associazione Ferrovie in Calabria per questa straordinaria battaglia vinta che loro hanno voluto dedicare al nostro "compianto attivista badolatese Franco Nisticò, il capostipite della difesa della linea ferroviaria Jonica e della SS 106: una grande persona, per noi una guida, che ha dedicato tantissimi anni al perseguimento di quell'obiettivo...in parte realizzato". l presidente dell'Associazione "Basta Vittime Sulla Strada Statale 106" a nome del Direttivo e di tutti gli iscritti saluta con soddisfazione e con gioia incontenibile la prima corsa dei nuovi treni ATR 220 sulla linea ferrata della costa jonica calabrese. Auspichiamo che questa sia la prima di una lunga serie di grandi iniziative che possano riuscire a riportare una delle aree più emarginate e povere d'Europa ai fasti antichi dell'era pitagorica quando questi luoghi furono la culla della civiltà europea. Siamo, in ultimo commossi, dalla dedica che l'Associazione Ferrovie in Calabria ha voluto rivolgere al Compagno Franco Nisticò, già indimenticato sindaco di Badolato, primo presidente di un Comitato Pro S.S.106 e grande attivista nella difesa della linea ferrata jonica e del diritto alla mobilità di tutti i cittadini. Alla Famiglia Nisticò, alle sofferenze, alle privazioni ed all'affetto nei confronti di Franco che nessuno potrà mai restituirgli possa andare l'assoluta riconoscenza di una comunità, di una Associazione, che ho l'onore di presiedere e che è contenta particolarmente perché finalmente iniziano ad arrivare i primi frutti della sua memorabile, eroica ed importante battaglia.