Direttore: Aldo Varano    

REGGIO. Prende quota ufficialmente il Movimento Autonomo Popolare

REGGIO. Prende quota ufficialmente il Movimento Autonomo Popolare
 ReP
"  Ieri presso il “Gran Caffè” di Viale Zerbi  davanti a un numero consistente di gente, amici comuni e qualche giornalista ha preso ufficialmente quota il Movimento Autonomo Popolare (M.A.P.) . Abbiamo indetto questa conferenza stampa per spiegare a tutti i cittadini e alla stampa i motivi che ci hanno indotto alla trasformazione del Movimento Autonomo Alternativo (M.A.A.) nel Movimento Autonomo Popolare ( M.A.P.) quindi era doveroso da parte nostra congedare il vecchio movimento dopo cinque bellissimi anni nei quali abbiamo effettuato tantissime manifestazioni e proteste in tutta la città nonchè la partecipazione alle ultime amministrative del 2014; Popolare perchè vogliamo mettere ancora di più in evidenza la nostra voglia di stare in mezzo al popolo,dialogare con il popolo e agire con il popolo e il cambio del logo in quanto negli ultimi mesi abbiamo avuto varie richieste da fuori regione da persone e associazioni che vorrebbero aderire al nostro Movimento quindi abbiamo tolto il simbolo della Calabria ed inserito quello della girandola che per noi esprime tranquillità, serenità non abbandonando il tricolore rimasto nella scritta MAP perchè per noi è uno stile di vita. E' attivo il nostro sito internet www.mapitalia.org e vogliamo tutti insieme iniziare una nuova avventura in quanto vogliamo interessarci di politica per cercare di risolvere i problemi e non per sfruttare i problemi per fare politica ; noi vogliamo una rivoluzione sociale e culturale, vogliamo che la gente non stia a guardare come degli spettatori ma deve essere protagonista del proprio destino. Da Gennaio inizieremo con il tesseramento per ingrandire la nostra struttura ma non tanto per aumentare il numero dei soci ed avere maggiori entrate economiche ma perchè vogliamo avere soci attivi che parlino durante le riunioni esprimendo i loro pensieri e le loro considerazioni personali.
Dopo il discorso di presentazione del Presidente Pietro Marra ha preso la parola il Coordinatore Pietro V. Marcianò il quale si è soffermato sui diritti negati ad ognuno di noi , dalla salute al lavoro e dai problemi che quotidianamente ci affliggono dal Sud al Nord Italia ricordando che una persona non eletta dal popolo ci sta facendo vivere in uno Stato dove vige la demo-dittatura."