Direttore: Aldo Varano    

BOMBINO (Ente Parco): “Orchestra Giovanile di Delianuova testimonial dell’Aspromonte”

BOMBINO (Ente Parco): “Orchestra Giovanile di Delianuova testimonial dell’Aspromonte”
 

“E’ ormai comunemente acquisito che l’Orchestra Giovanile di Fiati di Delianuova rappresenti un segno tangibile delle positività calabresi ed un elemento misterioso e bellissimo di una Calabria in cammino verso nuovi orizzonti, degni di un passato glorioso per antica storia di civiltà”. Lo ha dichiarato il Presidente dell’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte, salutando i quindici anni di attività dell’Orchestra Giovanile di Fiati, fiore all’occhiello della comunità aspromontana, testimonial dell’autenticità e della fierezza di una Calabria positiva.

 

“Cogliere e sostenere le possibili sinergie tra quanti operano nel territorio - ha aggiunto Bombino - significa creare cultura e contestualmente creare condizioni di sviluppo sociale ed economico. La collocazione dell’Orchestra nel cuore dell’Aspromonte impone a chi ha responsabilità istituzionale di coniugare il ruolo trainante della musica, espresso da giovani che hanno manifestato autorevolmente il loro senso di appartenenza, con l’ambiente che, peraltro, è precipuo interesse dell’Ente Parco dell’Aspromonte. Per queste ragioni l’Ente Parco, con apposita delibera del Consiglio Direttivo ha identificato l’Orchestra Giovanile di Fiati di Delianuova quale uno degli attrattori culturali e turistici del Parco con l’obiettivo di sostenere e  valorizzare attività,  manifestazioni e iniziative capaci di esportare i valori del territorio fuori dall’ambito regionale e di  rafforzare l’identità culturale e territoriale dell’Aspromonte. Affiancare alla difesa della natura e alla tutela della biodiversità la proposta di buona musica e di una cultura di qualità – ha concluso il Presidente Giuseppe Bombino - rappresenta anche un incentivo in chiave turistica. La musica nel senso reale del termine può costituire e costituisce un ulteriore motivo di “proficuo” richiamo: per lo spirito dei visitatori e per l’economia dei luoghi”.