Direttore: Aldo Varano    

REGGIO. Neri: "con la rimodulazione del Piano di riequilibrio Reggio guarda al futuro"

REGGIO. Neri: "con la rimodulazione del Piano di riequilibrio Reggio guarda al futuro"

Rep

«Grazie alla Legge di Stabilità ed al Decreto Enti Locali, entrambi varati nel 2015, e grazie alla rinnovata credibilità della Città presso il governo nazionale, frutto del lavoro del Sindaco, Reggio guarda al futuro con speranza e prospettive di rinascita e crescita. I rilievi della Corte dei Conti sul Piano di Riequilibrio varato nel 2013 dai commissari si riferiscono, infatti, agli anni 2013 e 2014, quindi alla gestione commissariale. Con la legge di Stabilità, quel piano di riequilibrio che noi per primi abbiamo definito insostenibile, lacrime e sangue, potrà essere finalmente rimodulato. In un anno di lavoro, l’Amministrazione Falcomatà ha prodotto oltre 25 mln di risparmio, a fronte del decennio di malgoverno finanziario delle amministrazioni precedenti. Reggio cambia verso, ma il terribile passato contabile, che i cittadini continuano a pagare, non può essere dimenticato, come ci ricorda anche la Corte dei Conti». È quanto dichiara l’assessore al Bilancio Armando Neri.

«In assessorato abbiamo lavorato duramente nel corso del 2015 per ottenere la rimodulazione del Piano di riequilibrio, che è stata di recente prevista per Reggio nell’ambito della Legge di Stabilità, consentendoci di spalmare il disavanzo su 30 anni senza nessun tipo di aggravio di spesa per l’ente. Queste misure consegnano alla città circa 25 milioni di risparmi che fanno respirare l’ente, rendono il bilancio meno ingessato e più sostenibile il piano di riequilibrio» ha spiegato l’assessore.

«Facciamo tesoro dei rilievi della Corte dei Conti, - ha proseguito Neri, - poiché rappresentano un punto di partenza per la programmazione finanziaria, essenziale per superare la fase di emergenza che per troppo tempo ha soffocato la città ed i cittadini, costretti a pagare con le proprie tasche responsabilità altrui. Ed in tema di programmazione, l’approvazione del DUP rappresenta una vera svolta nella gestione della finanza comunale, alla quale abbiamo guardato con grande attenzione sin dal primo giorno».

«Abbiamo messo in piedi, in solo un anno, tutte le misure necessarie a risanare i conti dell’ente. Sui residui è stata fatta nel corso del 2015 un’importante opera di pulizia e verità grazie al riaccertamento straordinario ed all’armonizzazione contabile. Per quanto concerne la spesa, nel 2015 sono stati estinti ulteriori pignoramenti, evitando così di incorrere nella violazione dei parametri di deficitarietà strutturale. Inoltre, sul fronte delle entrate, abbiamo avviato il percorso di riorganizzazione delle società che si concluderà a breve ed istituito il settore Entrate e Tributi, alla cui guida è preposto un dirigente. Oggi il dissesto rappresenterebbe un’ulteriore torto ad una città che va salvaguardata e voluta bene ad ogni costo. Il dissesto avrebbe, forse, potuto rappresentare una soluzione in precedenza, ma non oggi. Per questa ragione abbiamo lavorato con attenzione e responsabilità per un bilancio vero e trasparente che consegna alla città speranza nel futuro» ha concluso l’assessore Armando Neri.