Direttore: Aldo Varano    

REGGIO. Il Tar respinge il ricorso ex “Circolo Villese” di Ciccarello. Confermato il progetto di gestione autonoma del Comune

REGGIO. Il Tar respinge il ricorso ex “Circolo Villese” di Ciccarello. Confermato il progetto di gestione autonoma del Comune
 

 

 

Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Calabria, Sezione Staccata di Reggio Calabria, ha respinto il ricorso avverso il Comune di Reggio Calabria sulla delibera della Giunta Comunale per la gestione in via diretta dell’Impianto sportivo Comunale, ex Circolo sportivo Villese, in via Sbarre Superiori nel quartiere di Modena - Ciccarello. Lo scorso 23 febbraio, dopo il rilascio dell’interdittiva antimafia a carico del circolo che in passato ha gestito la struttura, la Giunta comunale aveva disposto la gestione diretta dell’impianto con l’idea di realizzare un campo di calcio “sociale” con tariffe d’uso agevolate. «L’obiettivo - ha commentato il Sindaco Giuseppe Falcomatà - è quello di consentire a giovani e meno giovani, di utilizzare una struttura sportiva pubblica a costi ridotti». Le tariffe previste dalla delibera imponevano infatti un tetto massimo di affitto di 30 euro per un’ora di utilizzo del campo di calcio a 5 e di 36 euro per il campo di calcio a 8. Costi maggiorati del 20% in caso di svolgimento in orari notturni al fine di ammortizzare i costi del consumo per l’utenza elettrica. La decisione del Tar di respingere il ricorso avverso alla delibera conferma di fatto la bontà dell'azione amministrativa promossa dalla Giunta. In particolare, come è possibile leggere sulla sentenza n° 71 del 2016, il Tribunale ha ritenuto che il provvedimento «si basa su motivate valutazioni concernenti, da un lato le più opportune misure volte all’utilizzo trasparente del bene pubblico, e, dall’altro la valorizzazione e la razionalizzazione dell’utilizzo del personale comunale, oltre a qualificare i costi di gestione e le presumibili entrate in importi che non risultano manifestamente incongrui e che comunque non sono stati oggetto di contestazione». Confermata dunque la volontà politica espressa dalla Delibera di Giunta che adesso sarà seguita dagli atti amministrativi necessari all'avvio della struttura sportiva. «Finalmente possiamo realizzare un progetto che avrà una ricaduta sociale enorme sul quartiere di Modena Ciccarello e sull’intera città - ha commentato il Sindaco Giuseppe Falcomatà - riteniamo infatti che lo sport sia un diritto di tutti e che ognuno debba essere messo in condizione di praticarlo senza spendere una fortuna. Proprio per questo abbiamo disposto l’uso diretto della struttura comunale a prezzi agevolati. Per venire incontro alle esigenze di centinaia di ragazzi che ogni giorno affollano i campi di calcio della città e adesso potranno utilizzare una struttura comunale a costi ridotti».