Direttore: Aldo Varano    

COSENZA. Mangialavori (CdL): "caduta Occhiuto è stata operazione di consociativismo"

COSENZA. Mangialavori (CdL): "caduta Occhiuto è stata operazione di consociativismo"

 

“A Cosenza si è consumata l’ennesima operazione che riassume i vari elementi di un involuto consociativismo ispirati a un pallido simulacro di gattopardismo”. Così, il Consigliere Regionale della Casa delle Libertà, Giuseppe Mangialavori, intervistato da Cosenza Post, commenta le vicende che hanno portato alla caduta dell’amministrazione Occhiuto nel capoluogo bruzio. “Una tesi bizzarra quella di Magorno” ha detto Mangialavori rispondendo a Magorno che aveva individuato nella implosione del centrodestra la caduta dell’Amministrazione Occhiuto. “Qualche esponente di centrodestra ha deciso un ‘riposizionamento strategico’. Se ciò accade è perché qualcun altro oltre a stimolarlo è sempre pronto ad accoglierlo. Ma questo, Magorno, volutamente finge d’ignorarlo. La verità è molto semplice: a Cosenza si è consumata l’ennesima operazione che riassume i vari elementi di un involuto consociativismo ispirati a un pallido simulacro di gattopardismo”. “La politica può essere definita in tanti modi ma di certo non è una scienza esatta; impossibile fare previsioni” spiega Mangialavori rispetto alla questione delle alleanze. “Il centrodestra, in seno al consiglio regionale potrebbe registrare la defezione di qualche rappresentante. Ciò non implicherà, naturalmente, nessun significativo mutamento. Tanto più che se “Atene piange, Sparta non ride”. Anche il centrosinistra, infatti, registra strappi, prese di distanza e sempre più evidenti battaglie al fulmicotone. La politica non è un fatto statico. Ad orientarla, però, dovrebbero essere prima di tutto i valori e non le contingenze. E su questo piano che è politico, ma soprattutto culturale, ci sarà da lavorare ancora a lungo”.