Direttore: Aldo Varano    

CROTONE. SEL ha partecipato al Congresso "Futuro a Sinistra"

CROTONE. SEL ha partecipato al Congresso "Futuro a Sinistra"

 

ReP

Si è conclusa la seconda giornata del programma della tre giorni romana di Futuro a Sinistra e di S.E.L. al Palazzo dei Congressi Eur di Roma per dare vita al Partito della Sinistra Italiana. Alle 2.000 presenze, provenienti da tutta Italia registrate il 19 febbraio sono seguite oltre 3.000 presenze sabato 20 e sono previste presenze in aumento nella terza giornata conclusiva di questa nuova esperienza che vuole dimostrare che è possibile cambiare l’Italia disegnata prima da venti anni di berlusconismo e peggiorata dal renzismo. Dopo l’introduzione all’ Assemblea su “Pensare la politica e la sinistra, costruire il percorso”, sono se le relazioni su: 

“L’Europa nel disordine globale” Introduzione al tema di Carlo Galli (Università di Bologna, Deputato); 

Proiezione del trailer di “Italian Off Shore” introdotto da Manuele Bonaccorsi (Giornalista)

“La democrazia nella lunga stagione del neoliberismo”, Introduzione al tema di Laura Bazzicalupo (Università di Salerno) seguita dalla tavola rotonda di Michela Cerimele (Ricercatrice), Lisa Ida Dominijanni (Giornalista e Filosofa), Sandro Mezzadra (Università di Bologna), Tomaso Montanari (Storico dell’arte); “Attraverso i confini” Interviene Don Mussìe Zerai, Fondatore e Presidente dell’agenzia Habeshia; “Il lavoro nel modello di capitalismo europeo” Introduzione al tema di Lucio Baccaro (Università di Ginevra); Produzione, consumo e modello sociale ecologico” Introduzione al tema di Piero Bevilacqua (Università La Sapienza); ne hanno discusso: Giammarco De Pieri (Imprenditore e Attivista), Marta Fana (Dottoranda di ricerca), Franco Martini (Segreteria nazionale CGIL); Piero Pellizzaro (Co-fondatore di Climalia), Domenico Proietti (Segreteria nazionale Uil), Piero Ragazzini (Segreteria Nazionale Cisl) 

Sabato 20 si sono aperti tra i militanti provenienti da tutta Italia 24 tavoli-laboratori  (oltre 120 partecipanti per tavolo) per elaborare dal basso e dai territori la piattaforma programmatica del nuovo soggetto politico della Sinistra Italiana sui seguenti temi:   

Lab. 1 – Riconversione ecologica, agricoltura e cambiamenti climatici,  

Lab. 2 – Diritti civili,  

Lab. 3 – Guerra e disarmo,  

Lab. 4 – Mobilità e trasporto pubblico,  

Lab. 5 – Welfare e disabilità, 

Lab. 6 – Il futuro del terzo settore,  

Lab. 7 – Sanità,  

Lab. 8 – Uscire dalla crisi: quali politiche economiche,  

Lab. 9 – Lavoro l’alternativa al Jobs Act, 

Lab. 10 – Lavoro, Cultura, Innovazione,  

Lab. 11 – Comunicazione,  

Lab. 12 – La Sinistra e l’Europa,  

Lab. 13 – Welfare e minori, 

Lab. 14 – Banche e finanza, 

Lab. 15 – Cambiare le città, 

Lab. 16 – Migrazione e accoglienza,  

Lab. 17 – Politiche alternative per la sicurezza, 

Lab. 18 – Mutualismo e buone pratiche, 

Lab. 19 – Accesso ai saperi, 

Lab. 20 – Antimafia,  

Lab. 21 – Sud,  

Lab. 22 – Università e ricerca, 

Lab. 23 – Welfare e reddito, 

Lab. 24 – Democrazia ed Europa.   

La Calabria è presente all’Assemblea ed ai Laboratori in modo massiccio ed ha posto con grande forza l’esigenza di far diventare la Questione Meridionale una Questione nazionale nella convinzione che senza lo sviluppo del Mezzogiorno non ci potrà essere sviluppo per L’Italia e dell’Europa. Quest’idea è stata unanimemente condivisa da tutto il laboratorio che ha deciso di investire da subito l’Assemblea plenaria romana affinché sia fissato un appuntamento nazionale per definire la piattaforma programmatica della Questione Meridionale, prima della nascita della nuova formazione politica, che vedrà la luce nel Congresso che si terrà nel prossimo mese di dicembre. I partecipanti alla tre giorni romana, giunti in modo spontaneo ed autonomo, in un clima sobrio, con una scenografia segnata solamente da grandi palloni rossi e da sottili frecce gialle, hanno manifestato una forte voglia di provare a cambiare l’Italia superando le angustie ed i limiti del passato, dando vita ad una nuova sinistra aperta, inclusiva, progressista, laica e socialista in grado di mettere al centro le persone, il lavoro, la partecipazione, la democrazia e la legalità.  

                                                           Giancarlo Sitra