Direttore: Aldo Varano    

TRIPODI (PCdI): "Oliverio revochi contratti con Tecnis"

TRIPODI (PCdI): "Oliverio revochi contratti con Tecnis"
 "Il presidente della Regione Mario Oliverio revochi subito il contratto con la Tecnis". E' quanto chiede il segretario del PCdI, Michelangelo Tripodi alla luce degli esiti dell'inchiesta sulla societa' per la quale il tribunale di Catania ha disposto l'amministrazione giudiziaria e il sequestro delle quote e delle azioni. La societa' siciliana e' impegnata in Calabria nella realizzazione dei nuovi ospedali della Sibaritide e della Piana di Gioia Tauro. "Dai documenti dell'inchiesta - sostiene ancora Tripodi - emerge un quadro allarmante ed inquietante. Francamente non si comprende cosa aspetti ancora la Regione Calabria, nella persona del suo presidente Oliverio, a provvedere alla rescissione immediata del contratto con la Tecnis anche per far valere un principio di autotutela in presenza di una realta' cosi' grave e sconvolgente. Ammenocche', non vi siano altri interessi e inconfessabili obiettivi da parte di chi ha voluto portare Tecnis in Calabria e che certamente sono incompatibili con gli interessi dei calabresi". "Nell'ottobre dello scorso anno - prosegue ancora il segretario del PCdI - nell'inchiesta sulla corruzione e le tangenti Anas, denominata 'Dama nera', furono coinvolti i vertici della societa' Tecnis. Infatti, gli imprenditori Mimmo Costanzo e Concetto Bosco, massimi dirigenti e proprietari della Tecnis, furono mandati agli arresti domiciliari dalla Procura della Repubblica di Roma. Vista la gravita' del provvedimento giudiziario e considerato il coinvolgimento dei massimi vertici della societa' chiesi al presidente della regione Oliverio di procedere alla revoca del contratto di programma con la Tecnis, tenuto conto del marcio che stava venendo fuori dall'inchiesta della Procura di Roma. Oliverio non fece alcuna revoca ma anzi comunico' che intendeva sottoscrivere un apposito protocollo di legalita' (sic!) con la Tecnis, protocollo che detto, per inciso, doveva essere siglato oltre un anno prima ma era stato sempre rinviato".