Direttore: Aldo Varano    

REGGIO. Scongiurata la chiusura degli Uffici Postali di Villa S. Giuseppe e Terreti

REGGIO. Scongiurata la chiusura degli Uffici Postali di Villa S. Giuseppe e Terreti
 

ReP

"Si apprende da fonti prossime all’Amministrazione Comunale l’ottima notizia secondo la quale sono state scongiurate le paventate chiusure degli Uffici Postali di Villa S.Giuseppe e di Terreti. Ciò è dovuto al ricorso al TAR presentato a suo tempo dall’Amministrazione Comunale avverso la proditoria decisione assunta da Poste Italiane. La sentenza emessa dal Tar pochi giorni fa ha riconosciuto la fondatezza delle ragioni del Comune di Reggio Calabria, ed è stata favorevole a quest’ultimo, ingiungendo alle Poste di mantenere aperti ed in pieno esercizio gli Uffici Postali già destinati alla chiusura. Dell’importanza di questo fatto già ampiamente il Comitato ha parlato nei precedenti, puntuali interventi effettuati sull’argomento ed è superfluo ritornarvici, se non per dire che un piccolo lume di presenza dello Stato, tanto fondamentale per i nostri territori di periferia, rimane acceso. Si è trattato di un importante successo per le nostre popolazioni che, con tutti i mezzi disponibili, si erano opposte al provvedimento di chiusura; una opposizione corale che non ha visto barriere ideologiche o divisioni di sorta: non solo il Comitato mediante diversi interventi (e non solo sulla stampa), ma i singoli Cittadini mediante raccolta di firme e manifestazioni di protesta, la Parrocchia e le Associazioni con varie altre iniziative hanno prospettato con evidenza all’Amministrazione Comunale la necessità di opporsi a quanto già stabilito. Va dunque ascritto all’azione successiva dell’Amministrazione Comunale questo importante risultato che è una vittoria per tutta la nostra Città. Va purtroppo rilevato, anche in questo caso, qualche miserevole tentativo di “mettere cappello” su questa vittoria, soprattutto da parte di soggetti rimasti per anni in letargo durante il lungo periodo di sistematico saccheggio e totale distruzione della nostra Città, saccheggio e distruzione per i quali i Cittadini pagheranno le conseguenze per chissà quanto tempo ancora: “a volte ritornano”, verrebbe da dire o, meglio, diciamo noi, a volte tentano di ritornare. Grazie dunque alla nostra gente, una volta tanto in desueta unità di azione e di intenti con la sua Amministrazione Comunale. Ora si tratterà di proporre, invece, un rafforzamento ed una moltiplicazione dei servizi fino ad ora non presenti negli Uffici in questione, Il Comitato Permanente Vallata Gallico non si tirerà indietro e parteciperà con la sua azione e con le sue proposte per ottenere questi risultati. A completamento del panorama dello stato di cose, di cui il Comitato non ha mai cessato di occuparsi, occorre registrare la potatura degli alberi pericolosi, tante volte ripetutamente richiesta anche se ancora purtroppo incompleta, come anche la pulizia di tratti della carreggiata di Via dei Monti, incompleta anche questa, con lunghi tratti ancora ristretti per la circolazione da materiali di risulta e vegetazione. Per quanto riguarda, infine, l’annoso problema dell’erogazione idrica bisogna, anche in questo caso, constatare che, ad oggi, la situazione è migliorata: ad eccezione di brevi periodi di interruzioni, dovuti a guasti o circostanze eccezionali, l’erogazione dell’acqua, per la prima volta dopo anni, avviene 24 ore su 24. Tutti ricorderanno come, fino allo scorso inverno, già nel tardo pomeriggio venisse interrotta. Il Dr. Brunetti, delegato all’emergenza idrica ha, infatti informato che è stato finalmente messo in funzione, dopo i necessari collaudi, il nuovo tubo di adduzione promesso al Comitato fin dal settembre 2013, nel corso dell’incontro con la gestione commissariale a Pal. S. Giorgio. Anche in questo caso va ascritto sia all’azione di pungolo e determinata protesta del Comitato, dipanatasi negli anni, sia all’attività dell’Amministrazione Comunale rappresentata dal Dr. Brunetti, e dall’Assessore Dr. Angela Marcianò . Beninteso, lungi dal cantare vittoria, il Comitato attende con una certa preoccupazione di vedere quello che accadrà nei prossimi mesi: la popolazione non dimentica che, il 24 aprile dello scorso anno, dopo un periodo in cui il problema pareva risolto, ricominciò puntualmente una crisi idrica forse senza precedenti che toccò il culmine nei mesi di luglio ed agosto. Il Comitato, fedele alla promessa di non demordere mai, formulata fin dal documento programmatico del 17 luglio 2013, sarà, come sempre, al fianco dei Cittadini per ogni evenienza.

 

        COMITATO PERMANENTE VALLATA GALLICO