Direttore: Aldo Varano    

VILLA S. GIOVANNI. Si è tenuto il Consiglio Nazionale dell'ONAV

VILLA S. GIOVANNI. Si è tenuto il Consiglio Nazionale dell'ONAV
 

Una splendida giornata per il vino italiano! Nella elegante cornice del Grand Hotel del la Ville di Villa San Giovanni, il 19 marzo si è tenuto il Consiglio Nazionale dell’ONAV, l’Organizzazione Nazionale degli Assaggiatori di Vino. L’ONAV è la più antica organizzazione di tecnici enologici e giudici del vino italiana, fondata ad Asti nel 1951 da alcuni tra i più importanti esponenti dell’enologia nazionale di allora. Avevano l’intento di fornire al nostro Paese un corpo di Assaggiatori capaci di giudicare con serietà, competenza ed autorevolezza il prodotto della allora nascente ‘industria’ vitivinicola di qualità e dar modo alle Camere di Commercio di poter formare quelle commissioni di assaggio necessarie per le certificazioni dell I.G.T., D.O.C. e D.O.C.G. Da allora l’ONAV ha formato diverse generazioni di assaggiatori divulgando la cultura delle eccellenze del vino, del bere responsabile, del legame con il territorio e del suo sviluppo socio-economico. Oggi conta quasi 10.000 soci-assaggiatori ed è presente sull’intero territorio nazionale con delegazioni a Bruxelles e Shanghai. Da quel tempo anche l’enologia italiana ha compiuto passi enormi inesorabilmente proiettata verso l’altissima qualità. L’ONAV conosce molto bene questo continuo percorso di elevazione italiano ed il suo Consiglio Nazionale ha voluto celebrare i traguardi della enologia calabrese svolgendo eccezionalmente i suoi lavori nella nostra Provincia. In tal modo ha voluto riconoscere altresì il buon lavoro portato avanti dalle Sezioni territoriali. l Consiglio Nazionale ha stabilito rilevanti questioni interne all’associazione ed anche relative alla “Consulta Nazionale del Vino Italiano”, l’unione delle più importanti associazioni del settore delle quali L’ONAV ne è capofila: AGIVI; AIS; ASPI; ASSOCIAZIONE NAZIONALE LE DONNE DEL VINO; CONAF; FISAR; FIVI; MOVIMENTO DEL TURISMO DEL VINO; SLOW FOOD ITALIA; SIVE; ONAV; VINARIUS. L’obbiettivo della Consulta è quello di mettere in atto progetti atti a promuovere il patrimonio vitivinicolo italiano coinvolgendo le giovani generazioni. E’ stato Carmelo Romeo, delegato per la Provincia di Reggio Calabria a fare gli onori di casa introducendo i lavori e moderando gli interventi del Sindaco della Città di Villa San Giovanni dt. Antonio Messina, dell’assessore Provinciale dt. Eduardo Lamberti Castronuovo, del Vice Sindaco della Città di Reggio Calabria dt. Saverio Anghelone, e dei rispettivi delegati alle attività produttive delle due Città la dt.ssa Mattia Neto e Pietro Caminiti. Attese e molto apprezzate le profonde riflessioni del Presidente nazionale Vito Intini che insieme a quelle della splendida Regina dell’effervescenza spumantistica italiana Pia Donata Berlucchi hanno entusiasmato ed emozionato l’intera platea strappando una vera e propria ovazione. Di notevole interesse poi è risultata essere la pregevole sessione di assaggio di tredici vini calabresi, alcuni dei quali veri è propri campioni di eccellenza mondiale:

il Grisara di Ceraudo, il Nerone di Criserà, il Passito di Saracena di Feudi di san Severino, il Don Onofrio di Giraldi & Giraldi, Il Masino di Igreco, Il Ripe di Falco di Ippolito, Il Maradea di Iuzzolini, Il Gravello di Librandi,  il GB di Odoardi, il  1915 di Spadafora, il Greco di Bianco di Tenuta Dioscuri, l’Aranghia di Terre Grecaniche, il 1890 di Tramontana.  Nel corso della conclusiva cena di gala è stato riconosciuto il valore degli Assaggiatori reggini Luciano Mazzacuva, Domenico Chilà e Francesco Moscato. Il titolo di Assaggiatore è riconosciuto da Ministero delle Politiche Agricole e Forestali. Chi ha interesse ad avvicinarsi alle attività dell’ONAV o desidera diventare Assaggiatore può consultare il sito internet www.onav.it o scrivere alla e.mail provinciale Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., cell. 349 217 6814.