Direttore: Aldo Varano    

COSENZA. Gemellaggio tra gli istituti musicali di Cs e Lecco

COSENZA. Gemellaggio tra gli istituti musicali di Cs e Lecco
 Un gemellaggio culturale-musicale quello tra gli istituti comprensivi "Bonaventura Zumbini" di Cosenza e "Antonio Stoppani" di Lecco: a quattro mesi di distanza dalla visita che i 50 ragazzi delle terze classi della scuola media calabrese hanno compiuto in Lombardia, ospiti dei loro coetanei, l'esperienza si e' ripetuta a Cosenza. I cento ragazzi artefici di questa pagina di amicizia culturale e musicale si sono ritrovati adesso a Palazzo dei Bruzi, sede del Comune di Cosenza, per essere ricevuti dal subcommissario Emanuela Greco, in rappresentanza del commissario  straordinario, Prefetto Angelo Carbone. Ad accompagnare gli studenti delle sezioni musicali delle due scuole, la dirigente scolastica dello "Stoppani", Raffaella Maria Crimella e la dirigente scolastica dell'Istituto "Zumbini", Maria Gabriella Greco. I ragazzi di Lecco, durante la loro permanenza a Cosenza, hanno avuto modo di visitare la citta' ed apprezzarne le eccellenze culturali, dal Museo all'aperto Bilotti (Mab), straordinario tratto distintivo e valore aggiunto dell'isola pedonale, con le opere dei maggiori artisti del XX secolo, al Castello Svevo che hanno avuto modo di raggiungere a bordo del bus "ScopriCosenza". Anche a Cosenza si e' ripetuta l'esperienza del concerto delle due orchestre che si sono unite, dando vita ad un'esibizione tenutasi ieri sera al Piccolo Teatro dell'Universita' della Calabria. La sub commissaria Greco ha sottolineato l'enorme valore dello scambio culturale tra le due realta' scolastiche che "contribuira' - ha detto - a rafforzare i vincoli tra i due istituti, ma anche quei rapporti di amicizia che inevitabilmente nasceranno tra i ragazzi e che si rafforzeranno nel corso degli anni". Al termine dell'incontro, ai ragazzi delle due scuole sono stati consegnati alcuni gadget in ricordo della giornata, insieme ad alcune pubblicazioni sulla citta' di Cosenza. L'esperienza, nelle intenzioni delle dirigenti scolastiche di Cosenza e Lecco, sara' quasi sicuramente ripetuta ed avra' carattere biennale.