MAGORNO (Iv). E Draghi disse: "Senza Sud l'Italia non ha futuro"

MAGORNO (Iv). E Draghi disse: "Senza Sud l'Italia non ha futuro"
mago (riceviamo e pubblichiamo) Mario Draghi può rappresentare una straordinaria figura per il riscatto del Mezzogiorno d'Italia. Basta rileggere i suoi interventi recenti per comprendere come il Presidente del Consiglio incaricato promuova un approccio di grande concretezza nella soluzione delle problematiche di carattere economico, unendo sostegno ai redditi e innovazione, promozione dei diritti e investimenti mirati. 
Un economista di solida formazione e sperimentate capacità ha ben chiaro ciò che serve per il rilancio di questa parte del Paese. 

Mario Draghi sa bene quelle che sono le necessità del Sud, è consapevole del fatto che non serve una politica assistenziale, ma una serie di interventi finalizzati soprattutto a un vitale e prezioso protagonismo delle giovani generazioni del Meridione. Quel capitale prezioso che, purtroppo, è andato perdendosi nel corso degli anni: ragazzi e ragazze costretti ad emigrare per trovare delle opportunità e spazi di affermazione.

Lavoro, ma non solo. Infrastrutture, sanità, efficienza delle pubbliche amministrazioni e lotta alla criminalità organizzata. I capisaldi indicati da Draghi sono la sintesi di quella piattaforma da realizzare per colmare lo storico gap tra il Sud e il resto d'Italia anche perché, come ha ricordato l'ex Presidente BCE, "senza il Mezzogiorno il Paese intero non ha futuro, abbiamo tutti bisogno dello sviluppo del Sud".

Potrebbe essere davvero la volta buona. Non sprechiamo questa possibilità. Mi auguro che tutte le forze politiche presenti in Parlamento, soprattutto quelle che in questi territori hanno raccolto importanti consensi, riescano a cogliere il valore della posta in gioco, dimostrando responsabilità e reale attenzione per i temi reali".

*senatore di Iv.