Direttore: Aldo Varano    

SCRITTORI CALABRESI per A LANTERNA ---------LOU PALANCA

SCRITTORI CALABRESI per A LANTERNA ---------LOU PALANCA

  a lanterna4

Lou Palanca per A Lanterna

Dopo il matrimonio, Dora piccola e i suoi amici della Val di Susa si trattennero qualche giorno in Calabria. Approfittarono del viaggio per visitare i luoghi intorno a Riace, così poco noti. Videro la meravigliosa chiesa bizantina di Stilo, il borgo affascinante di Badolato, il monastero greco-ortodosso di Bivongi e poi si spostarono verso l’area archeologica di Monasterace, dove di recente era stato rinvenuto il mosaico raffigurante un maestoso drago. Proprio accanto al faro, gli disse il signore a cui avevano chiesto informazioni una volta ripresa la statale jonica. Non vi potiti sbagghiara, aggiunse con un sorriso, mentre il finestrino dell’auto già si richiudeva

Si fermarono a mangiare in un agriturismo: A lanterna. Conobbero così Annalisa e la sua storia. Seppero dei sette attentati che in sette anni avevano bruciato mobili, appartamenti, trattori e un po’ di speranze. Videro tutto: la ricchezza della natura e le botti sfondate, le tracce delle possibilità e quelle della violenza.

Dora pensò alla sua terra, al prezzo che ancora stava pagando per la sua difesa. I mafiosi somigliano alla Tav – le scappò di dire – lo stesso miscuglio di onnipotenza e stupidità.

Dora e Annalisa restarono in silenzio, proprio sulla soglia della locanda. Non si abbracciarono. Non erano quel tipo di donna. Ma quando Dora vide gli occhi di Annalisa farsi acquosi, le venne una gran voglia di farlo.

Ogni tempo ha la sua resistenza. E ogni luogo ha la sua lotta.