Direttore: Aldo Varano    

REGGIO. Cisl FP: confermato in appello il comportamento antisindacale del Comune

REGGIO. Cisl FP: confermato in appello il comportamento antisindacale del Comune
La Cisl FP porta a casa un’altra vittoria contro il Comune di Reggio Calabria (3 a 0), questa volta grazie all’autogol della stessa amministrazione che si è inferta davanti al Giudice del Lavoro di Reggio Calabria. Tutto ha inizio nel 2016, quando l’Amministrazione di Reggio Calabria, inopportunamente, decise di affidare il Comando di Polizia Municipale al dirigente Avv. Carmelo Nucera, scelta che poi si è rivelata essere estremamente disastrosa, dal punto di vista organizzativo, professionalee della gestione del personale. Infatti, poco dopo la sua nomina, il dirigente iniziò ad elevare sanzioni disciplinari per motivi inesistenti o estremamente futili e in particolar modo volle colpire i dirigenti sindacali della Cisl FP che, per il solo fatto di avere osato contrastare le sue illegittimità, sono stati oggetto di gravi sanzioni disciplinari per fatti inesistenti o artatamente creati ad hoc. Si è giunti addirittura al licenziamento di un istruttore direttivo della polizia municipale (dirigente Cisl FP) per un regolare cambio turno, fatto che poi il Giudice del Lavoro ha ritenuto, giustamente, inesistente. Altri due dirigenti della Cisl FP sono stati privati in modo sistematico e doloso, delle prerogative sindacali saldamente garantite dallo Statuto dei Lavoratori e dalle relative leggi e contratti quadro, applicando anche nei loro confronti sanzioni disciplinari, prevedendo la sospensione dal lavoro, il trasferimento ad altre sedi ecc. Il Segretario Generale, di fronte a tali atteggiamenti persecutori perpetrati a danno dei suoi dirigenti e quindi della stessa Cisl FP, ha proceduto ad adire, il Giudice del Lavoro per vedere riconosciuta l’illegittimità dell’attività del dirigente della polizia municipale e la relativa antisindacalità. A gennaio 2017, il Tribunale di Reggio Calabria, Sezione Lavoro, ha riconosciuto l’antisindacalità degli atti posti in essere dall’Amministrazione (rectius dell’Avv. Carmelo Nucera), annullando i provvedimenti del dirigente e quindi i suoi effetti (sanzioni disciplinari), parimenti, in altro procedimento instaurato presso stesso Tribunale, l’istruttore direttivo della polizia municipale (e dirigente sindacale della Cisl FP) vinceva la causa con l’effetto dell’annullamento del licenziamento. L’amministrazione, ai limiti della temerarietà della lite, nonostante la sentenza del Giudice di primo grado abbia ampiamente argomentato la sua decisione a favore della parte attrice, a spese dei cittadini, ha proposto appello/riesame tentando di ribaltare la decisione. In data 14 novembre 2017, il Giudice del riesame, Dott.ssa Francesca Patrizia Sicari, ha emesso la sentenza relativa al procedimento numero 335/2017, con la quale ha confermato le motivazioni del Giudice di primo grado e condannato l’Amministrazione alle spese processuali e legali. A poco è valsa la scesa in campo della dirigente dell’avvocatura civica, Dott. Fedora Squillaci, quale rappresentante del Comune di Reggio Calabria per il suddetto procedimento, fosse comparso anche Perry Mason, l’applicazione della legge è necessariamente un fatto giuridico e non pura alchimia o uno stravagante e arzigogolato gioco di lettura delle norme. L’accanimento dell’Amministrazione nei confronti della Cisl FP e dei suoi dirigenti ha prodotto danni economici alla cittadinanza (per parecchie migliaia di euro), in quanto è stata condannata a pagare le spese processuali e legali distraendo, peraltro, dipendenti dell’avvocatura civica, per intraprendere una folle lotta contro diritti sindacali inviolabili e indisponibili, quando si sarebbero potuto impiegare per questioni reali e più urgenti. Sarebbe il caso che il Segretario Generale del Comune di Reggio Calabria, quale figura verticistica della dirigenza, controllasse l’operato dei dirigenti al fine di evitare danni anche di natura economica così come si sono verificati. La CISL Funzione Pubblica di Reggio Calabria ha sempre operato nel rispetto della legalità ponendo in essere atti legittimi, tesi ampiamente confortata dalle decisioni dei Giudici, vessilli che saranno sempre portati avanti a difesa dei diritti dei lavoratori.

Un particolare ringraziamento al Segretario Generale Regionale Luciana Giordano, per la sua tenacia, ed agli Avvocati dello Studio Legale G.Mazzotta, che hanno tutelato i diritti dei lavoratori e dei dirigenti sindacali dalla CISL FP.

Il Segretario Aziendale                                                    Il Segretario Generale

  Giuseppe FALCONE                                                              Vincenzo SERA