Direttore: Aldo Varano    

REGGIO. Il Cis promuove “Andrea Mantegna tra Padova e Mantova: la prospettiva applicata al corpo umano”

REGGIO. Il Cis promuove “Andrea Mantegna tra Padova e Mantova: la prospettiva applicata al corpo umano”
Il Centro Internazionale Scrittori della Calabria, lunedì 18 giugno 2018, alle ore 16:45, presso la Biblioteca comunale “P. De Nava” di Reggio Calabria, nell’ambito del ciclo “Invito alla bellezza”, promuove l’incontro “Andrea Mantegna tra Padova e Mantova: la prospettiva applicata al corpo umano”. Attraverso slides, relazionerà il dott. Salvatore Timpano, studioso di arte, componente del Comitato Scientifico del CIS. Andrea Mantegna (1431-1506) è stato uno dei principali artisti rinascimentali attivi nel nord Italia, contribuendo a diffondere il nuovo stile soprattutto nell’area lombardo-veneta. Dal maestro Paolo Uccello eredita la forza del tratto e la prospettiva scientifica. Le opere di Piero della Francesca lo stimolano ad intensificare lo studio sulla prospettiva fino a raggiungere effetti di puro illusionismo che caratterizzeranno la pittura di tutto il Nord Italia. La sua attività si è svolta tra Padova e Mantova, realizzando numerosi capolavori: il «Polittico di san Luca», conservato nella Pinacoteca di Brera, il «San Sebastiano» del Kunsthistorisches Museum di Vienna, l’«Orazione nell’orto» della National Gallery di Londra, «Morte della Vergine», oggi al Prado di Madrid, il San Giorgio conservato all’Accademia di Venezia. Agli ultimi anni della sua attività appartengono nove tele con i «Trionfi di Cesare», conservati ad Hampton Court (distretto londinese di Richmond), il «Cristo sul sarcofago» di Copenaghen, il «San Sebastiano» del Louvre, e soprattutto il «Compianto sul Cristo morto» conservato a Brera.