Direttore: Aldo Varano    

CZ. Pino Celi su urgenza Psc

CZ. Pino Celi su urgenza Psc
ReP
 

Intervento del consigliere comunale Pino Celi, Gruppo Il Bene in Comune
Il PSC e l’urgenza assoluta di FARE PRESTO


Rischierò di risultare noioso, ma il mio sentire e il mio profilo professionale mi riportano al mondo del lavoro e al problema della occupazione, in ciò anche sollecitato dalle preoccupazioni espresse dalle associazioni imprenditoriali, di categoria e sindacali cittadine e regionali, e dalla lettura degli ultimi dati diffusi dalla Banca d’Italia. Tutte fonti che concordano con quanto osservo: una situazione allarmante dal punto di vista economico e lavorativo: un Pil in stabile discesa, un tasso di disoccupazione in continua ascesa, con la Città che è rispettivamente ultima e prima nel panorama regionale e nazionale. Si dirà che ci sono dinamiche macroeconomiche in atto tali da non consentire margini di manovra alla politica cittadina.
Non è vero! Nell’affannosa ricerca della mossa giusta per fare rivivere un centro storico effettivamente bisognoso di nuova vita, abbiamo tutti salutato positivamente la soluzione legata alla Università e agli studenti come linfa vitale. Bene. Un obiettivo sembra essere a portata di mano. Basterà? Non lo penso e dico che bisogna andare oltre. In particolare, torno a ribadire che molto dipende da una rinnovata gestione del territorio e dell’ambiente, assemblando in modo armonico l’area metropolitana Catanzaro-Lamezia con l’asse mare-montagna. Una gestione intelligente e coraggiosa, capace di ricevere impulsi positivi dai necessari correttivi al Piano regolatore generale vigente attraverso la redazione del Piano strutturale comunale, offrendo alla Città e all’hinterland la possibilità di un nuovo e proficuo sviluppo economico e sociale. Si badi vene che Catanzaro, con le sue particolari dotazioni strategiche (Cittadella regionale, Università, snodo Ionio Tirreno), ha opportunità reali che sono un obiettivo vantaggio rispetto al resto del territorio regionale. Ora, succede che di questo Psc parliamo da due anni solo per rimanere in questa amministrazione; allo stato siamo ancora alla definizione delle linee guida, passo fondamentale ma del tutto preliminare rispetto alla sostanza delle definizioni. Il tempo passa inesorabile e senza eccessivo costrutto. Perché c’è di volta in volta questa o quella formazione politica o componente del Consiglio che non ha ancora deciso quale linea seguire.
Ahimè, pare che a molti miei colleghi sembra sfuggire totalmente la dimensione tempo, elemento invece fondamentale nella situazione data. Perciò, con la mente rivolta al mondo del lavoro che trasmette rassegnazione e sconforto, grido: FACCIAMO PRESTO! Caro sindaco Abramo, va bene, sinceramente, per l’impegno personale che profondi sui vari temi cittadini, ma su questo punto devi suonare la sveglia perché è l’ultimo treno, Psc - fondi strutturali 2014-2020 ciascuno motrice dell’altro, sul quale la Città può salire per sperare ancora in una reale, duratura, definitiva rinascita.
Catanzaro 20 giugno 2014   Pino Celi                Consigliere Comunale