Direttore: Aldo Varano    

RC. Domani l'incontro “Occorre valorizzare le risorse culturali ed i siti archeologici della città”

RC. Domani l'incontro “Occorre valorizzare le risorse culturali ed i siti archeologici della città”
ReP
 

La tavola rotonda organizzata dal Lions Club Reggio Calabria Reghion sul tema “Occorre valorizzare le risorse culturali ed i siti archeologici della città” si terrà martedì 24 giugno 2014 alle ore 17,30 presso la Sala Conferenze di Confindustria - via del Torrione 96 - a Reggio Calabria. Dopo i saluti del Presidente del Club Prof.ssa Rita Menozzi e del Presidente di Confindustria Ing. Andrea Cuzzocrea il dibattito si aprirà con gli interventi dell’Arch. Paolo Malara Presidente Ordine degli Architetti, P.P.C. della provincia di Reggio Calabria, del Prof. Arch. Gianfranco Neri Direttore Dipartimento dArTe Università Mediterranea di Reggio Calabria, della Dott.ssa Caterina De Stefano Direttore Dipartimento delle Dipendenze Asp Reggio Calabria. Moderatore del dibattito Lions Dott. Cesare Messina
La tavola rotonda vuole stimolare i giovani ad esplorare il proprio territorio, a prendersene cura, a riconquistarlo e a rinnovarlo secondo un processo creativo  fondato sui valori della cittadinanza attiva e avviando un sistema virtuoso di  relazioni sociali e culturali.
La definizione di una più precisa identità culturale della nostra città, consentendone anche una più appropriata collocazione nell’ambito metropolitano, può essere garantita solo attraverso la costituzione di una solida rete di relazioni fra diversi soggetti culturalmente attivi sul territorio cittadino, una rete impegnata a qualificare il nostro vivere quotidiano secondo processi che, a partire dalle risorse culturali e dalla stratificazione storica della città, sappiano accrescere la capacità di attrazione della città combinando i diversi linguaggi della contemporaneità (architettura, arti, teatro, tecnologie digitali…..), incrementando così le opportunità culturali dei cittadini.
Pertanto si invitano le associazioni culturali e gli operatori culturali della città a partecipare alla tavola rotonda e ad animare con i loro contributi il dibattito.