Direttore: Aldo Varano    

Marziale e Napoli su bimbo morto in caserma CC a Taurianova (RC)

Marziale e Napoli su bimbo morto in caserma CC a Taurianova (RC)
ReP
 

“Non diciamo che si sarebbe potuto salvare, perché non conosciamo i risvolti intrinseci della vicenda, ma certo è che lasciare un’utenza di oltre quindicimila abitanti sprovvista di un ospedale per le prime emergenze è inaccettabile”: è quanto dichiarano il sociologo Antonio Marziale, presidente dell’Osservatorio sui Diritti dei Minori, e il suo vice, avv. Antonino Napoli, a commento della morte del bimbo di pochi mesi avvenuta presso la caserma dei carabinieri di Taurianova (RC).

“Desta sconcerto il fatto che una madre, in piena emergenza, debba ricorrere all’aiuto dei militari dell’Arma per prestare soccorso al proprio bambino. Se non ci fosse di mezzo il decesso del piccolino – incalzano i due professionisti – sembrerebbe di essere stati catapultati in una sorta di sceneggiatura drammatica d’inizio secolo, della quale la classe politica dirigente che si è alternata alla Regione negli ultimi decenni deve risponderne, almeno sul piano della coscienza”.

Marziale e Napoli riservano una considerazione finale a Papa Francesco: “Oltre alla ndrangheta, Santità, ci sarebbero ben altre entità da scomunicare”.