Direttore: Aldo Varano    

RC. Rotary Club, gli eccellenti risultati della presidenza di Antonino Gatto

RC. Rotary Club, gli eccellenti risultati della presidenza di Antonino Gatto
ReP
 

Il commiato del Professore al termine di un anno all’insegna del motto: “Il Rotary è dono”. Ammessi i nuovi soci Paolino e Imbalzano. Conferiti diversi Paul Harris Fellow

Una serata leggera, piacevole, raffinata, per ripercorrere l’intensa attività svolta nell’anno sociale che si sta concludendo e per rinnovare l’impegno rotariano nel nostro territorio e nel mondo. Il professor Antonino Gatto, presidente del Rotary Club Reggio Calabria, ha voluto congedarsi così dai dodici mesi che lo hanno visto alla guida della prestigiosa associazione. La festa conclusiva, seguendo il filo conduttore di quest’anno, è stata una bella sintesi di tradizione e innovazione, con l’aspetto della solennità che si è ben coniugato alla spensieratezza di un happening scanzonato ma elegante.
Gatto, alla presenza tra gli altri di Maria Pia Porcino, assistente del governatore Maria Rita Acciardi, ha ricordato le tappe principali di un’appassionante stagione di vita associativa all’insegna del motto: “Il Rotary è dono”. È stato un modo, ha spiegato il presidente, «per porre nuovamente al centro dell’attività del club le azioni di puro service, forse a scapito di momenti altrettanto importanti, come quelli conviviali o di carattere scientifico, che sono stati sacrificati sull’altare della mission del Rotary». In questo senso, l’economista reggino (anche con l’ausilio di un videoclip realizzato dal club) ha ricordato alcuni importanti traguardi raggiunti: «Dal versamento, per la prima volta nella nostra storia, di 100 dollari a socio alla Rotary Foundation, al perseguimento di importanti obiettivi sul fronte dell’integrazione sociale dei migranti e della cooperazione internazionale; dalla donazione di un muletto elevatore alla Caritas diocesana di Oppido-Palmi alle azioni di assistenza socio-sanitaria del “Punto Rotary”; dal “Forum delle migrazioni” organizzato a Cittanova a numerosi momenti di confronto: il dibattito sull’etica in politica ispirato agli scritti di Domenico Bottari e il forum distrettuale sul Mediterraneo». E ancora, il club sotto la presidenza di Antonino Gatto ha rafforzato le relazioni istituzionali con la Curia reggina e le diocesi della provincia, ha nominato tra i suoi soci onorari don Antonello Foderaro, il professor Pasquale Spinelli e l’ambasciatore d’Italia a Montecarlo, Antonio Morabito. Ha riscoperto luoghi incantevoli come Seminara ed è stato pienamente rappresentato in occasione della solenne visita del Rotary al Quirinale. Ha promosso inoltre la riscoperta simbolica del Tricolore nazionale donandolo e issandolo, assieme alla bandiera europea, su scuole e istituzioni pubbliche.
Le significative donazioni alla Rotary Foundation hanno consentito al Club di ottenere alcuni Paul Harris Fellow, i massimi riconoscimenti assegnati a personalità, rotariane e no, che si siano particolarmente distinte nell’attività di servizio. Del PHF sono stati insigniti Gaetano Amodeo, Valerio Berti, Pasquale Cama, Francesco Costantino, Filippo Lanuzza, Giampaolo Latella, Filippo Maltese, Rosario Lofaro e Dina Porpiglia, nonché l'amministratore delegato di Medcenter Domenico Bagalà, il vescovo Santo Marcianò, ordinario militare per l'Italia e il socio emerito Pasquale Spinelli, primario emerito dell'Istituto Nazionale Tumori di Milano.
La serata rotariana, che ha registrato una numerosa partecipazione, ha avuto come “special guest” il pugile reggino Giuseppe Laganà, già campione europeo dei pesi Mosca, accompagnato da medico sportivo Antonello Faraone. La festa organizzata per salutare la presidenza Gatto è stata scandita anche dall’ammissione di due nuovi soci di grande prestigio: la docente di storia dell’architettura dell’università Mediterranea Francesca Paolino e il consigliere regionale Candeloro Imbalzano.