Direttore: Aldo Varano    

Pasquale Tripodi: riflettere su orientamento Tassone e Gallo

Pasquale Tripodi: riflettere su orientamento Tassone e Gallo
ReP
 

“L’orientamento sul centrosinistra espresso l’altro giorno dall’on. Mario Tassone e da Dionisio Gallo, ritengo sia un segnale importante su cui riflettere. Un segnale importante - spiega il consigliere regionale Pasquale Tripodi - sia per la ricomposizione del quadro politico calabrese, dopo gli sfracelli del centrodestra, che per la rapida costruzione di un progetto che sia in grado di mettere insieme il meglio delle esperienze di cui la Calabria dispone per affrontare le difficili sfide che abbiamo di fronte”.
Ad avviso di Tripodi: “Non c’è da porre altro tempo in mezzo. Il disastro sociale ed economico che stiamo vivendo, con i dati di bilancio regionale sostanzialmente fuori controllo,come si è inteso dalle parole dell’assessore Mancini in Aula durante la discussione dell’assestamento del documento contabile e come d’altronde tutti intuivamo, impone soprattutto alle forze politiche moderate calabresi che danno rilievo all’eguaglianza sociale ed avvertono quanto sia decisivo, in questo frangente, dare risposte ai ceti sociali più svantaggiati, di aiutare il dialogo e disegnare lo scenario di una Regione responsabile che si lasci definitivamente alle spalle l’attuale scenario che vede la Regione priva di timoniere e letteralmente alla deriva. Non voglio ricordare - precisa Pasquale Tripodi – gli errori strategici compiuti dalle forze politiche di centro ad inizio di legislatura e non starò, ancora una volta, a censurare l’incapacità dei dirigenti nazionali delle forze politiche di centro che mi indussero, a qualche mese dall’inizio della legislatura regionale, a lanciare allarmi dimostratisi purtroppo più che fondati, visto il disastro a cui oggi si è pervenuti sia in Calabria con la conclusione anzitempo della legislatura regionale che in Italia con la dissoluzione di una presenza di centro affidabile. Ma oggi sulle riflessioni di Tassone e Gallo, ritengo che occorra aprire un dibattito che ci aiuti a realizzare un progetto con cui, nell’area di centrosinistra, procedere, come forze moderate e portatrici di valori non negoziabili, ridare speranza alla Calabria, riposizionandola dignitosamente nello scenario nazionale”.