Direttore: Aldo Varano    

ROSSANO (CS). FDI-AN su legge elettorale: inaccettabile soglia al 15%

ROSSANO (CS). FDI-AN su legge elettorale: inaccettabile soglia al 15%
ReP
 

Su espressa richiesta dei rappresentanti locali in seno alla Direzione Nazionale e del Coordinamento Regionale della Calabria TAGLIALATELA (FdI-An) rivolge un question-time alla LANZETTA

 “La legge elettorale calabrese è incostituzionale. La soglia di sbarramento al 15% e l’introduzione del consigliere regionale supplente, il primo dei non eletti, che va a ricoprire il ruolo al posto del consigliere chiamato in giunta come assessore, che ha l’opportunità di rientrare in consiglio spodestando il ‘supplente’, hanno destato la perplessità dei tecnici del ministero degli Affari Regionali. E la stessa assenza della parità di genere aggiunte ulteriori dubbi sul rispetto delle normative nazionali”.

E’ quanto ha dichiarato il deputato di Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale Marcello Taglialatela che ha illustrato l’interrogazione al ministro degli Affari Regionali Maria Carmela Lanzetta, firmata dal capogruppo Fabio Rampelli, durante i  question time di oggi.

“Attualmente – ha aggiunto Taglilalatela - la legge è all’esame della direzione generale dei servizi elettorali del ministero dell’Interno. Le elezioni, tuttavia, in Calabria ci saranno nell’autunno prossimo e anche se la nuova legge fosse impugnata in sede del consiglio dei Ministri questo non fermerebbe l’iter del voto configurando il rischio di svolgere le consultazioni sulla base di una normativa pesantemente a rischio di incostituzionalità”.

“Ci conforta – ha concluso Taglialatela - che il Governo, con il ministro Lanzetta,  abbia attivato  tutte le azioni istituzionali affinché il consiglio regionale vari una nuova legge. Ci auguriamo comunque che il Governo voglia, nell’ambito delle riforme, lavorare per rendere i sistemi elettorali meno difformi possibile gli uni dagli altri”.

Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale rivolge l’ulteriore appello al senso di responsabilità dei Consiglieri Regionali e del Presidente facente funzione Antonella Stasi al fine di ritornare immediatamente in Consiglio ed apportare le dovute correzioni a quella legge nei fatti già riconosciuta incostituzionale e per la quale il Governo centrale ha già preannunciato ricorso.


 
 
 
 il messaggio stesso, divulgarlo anche in parte, distribuirlo ad altri soggetti, copiarlo o utilizzarlo per finalità diverse. Qualora riceveste questo messaggio senza esserne il destinatario Vi preghiamo cortesemente di darcene notizia via e-mail e di procedere alla distruzione del messaggio stesso, cancellandolo dal Vostro sistema. Grazie.<