Direttore: Aldo Varano    

LAZZARO (RC). Lungomare Cicerone, Crea: ennesimo inconveniente igienico sanitario

LAZZARO (RC). Lungomare Cicerone, Crea: ennesimo inconveniente igienico sanitario
ReP
 

Da qualche giorno nel popoloso tratto Sud del lungomare Cicerone di Lazzaro si avvertivano dei miasmi che rendevano l’aria circostante irrespirabile. L’inconveniente igienico sanitario era determinato dalla fuoriuscita di liquami fognari da alcuni pozzetti situati sulla strada comunale a qualche metro dalle abitazioni e da alcune attività commerciali di ristorazione. I liquami dopo aver percorso un notevole tratto di strada comunale finivano in una caditoia per poi riversarsi sulla parete del muro lato mare, a sua volta, dopo aver percorso un brevissimo tratto di arenile marittimo sfociavano a mare. Un’altra copiosa fuoriuscita di liquami fognari si è registrata dal pozzetto posto sempre sul lungomare Cicerone di fronte al civico 123 e a una attività di ristorazione. Nel pomeriggio di ieri 9 luglio è intervenuto un autospurgo.
La domanda che pongo è sempre la stessa: a cosa serve avere un nuovo depuratore se continuano a ripetersi situazioni igienico sanitarie che recano disagi alla popolazione, pregiudizio per l’ambiente e per la salute dei cittadini?. Dopo aver speso diversi milioni di euro per costruire il polo depurativo dell’Oliveto continuiamo a spesare altro denaro pubblico per frequenti interventi dell’autospurgo in diversi tratti della rete fognaria comunale. Non ci si spiega come mai pur a conoscenza che la problematica si presenta con periodica frequenza non si attuano interventi che mirano a risolvere il problema e si continua a richiedere l’intervento dell’autospurgo. Se è intenzione continuare ad andare avanti così, visto i frequenti interventi sulla rete fognaria e la periodica raccolta del percolato prodotto dalla discarica comunale di Comunia, forse sarebbe più economico che l’Amministrazione comunale attuasse un proprio servizio dotandosi di autospurgo.

Vincenzo CREA
Referente unico dell’ANCADIC Onlus
e Responsabile del Comitato spontaneo “Torrente Oliveto”