Direttore: Aldo Varano    

Pugliese: «Nicola Renda, di 28 anni, è la terza vittima della S.S. 106 nel 2014»

Pugliese: «Nicola Renda, di 28 anni, è la terza vittima della S.S. 106 nel 2014»
ReP
 

Un motociclista di 28 anni, Nicola Renda, di Santa Caterina dello Ionio, è morto ieri a seguito di un incidente sulla Statale 106 a Guardavalle in provincia di Catanzaro. Nicola, era a bordo della sua moto quando, per cause in corso di accertamento, si è scontrato con una Moto-Ape che si è immesso da una strada secondaria e guidata da un ottantenne che ha riportato alcune ferite ed è ricoverato nell’ospedale di Soverato. Renda, soccorso dall’eliambulanza, è stato portato nell’ospedale di Catanzaro dove è morto.

«Si tratta – afferma Fabio Pugliese – della terza vittima della “strada della morte” nel 2014 dopo Vincenzo Fiorita di 68 anni deceduto l’01 febbraio 2014 a Strongoli (KR) e Egidio Aloisio di 19 anni deceduto il 23 febbraio 2014 a Rossano (CS)».

«Mi unisco – continua Pugliese – al dolore dei familiari, dei parenti e degli amici delle vittime ed insieme a me gli oltre 17.500 iscritti del gruppo “Basta Vittime Sulla S.S. 106”. Siamo stanchi di assistete a questa continua e dolorosa mattanza sulla “strada della morte” e del silenzio e dell’indifferenza delle istituzioni».

«Noi ci batteremo – Conclude Pugliese – affinché possa finire questa lunga catena di sangue sulla S.S. 106 anche e soprattutto nel ricordo delle tante, troppe vittime della “strada della morte” perché siamo convinti che prima di ogni cosa ciò che serve è una strada civile degna di un popolo civile. La S.S. 106 oggi non lo è e noi continueremo la nostra battaglia civile e determinata affinché tutti sappiano che non siamo un popolo “figlio di un Dio minore” e, quindi, abbiamo diritto ad una strada moderna e lotteremo perché possiamo averla, perché dobbiamo averla, perché molto presso l’avremo!»