Direttore: Aldo Varano    

REGIONE. Ufficio di Presidenza Gruppo regionale PD su leggi impugnate

REGIONE. Ufficio di Presidenza Gruppo regionale PD su leggi impugnate
ReP
 

“Per com’è noto il gruppo del Partito Democratico in seno al Consiglio Regionale della Calabria, ha già presentato un disegno di legge di modifica statutaria per l’eliminazione della figura del consigliere supplente, ed una Proposta di Legge di modifica della legge elettorale per riportare la soglia di sbarramento dal 15 all’8%”.
E’ quanto affermano in una nota gli on.li Sandro Principe, Antonio Scalzo e Demetrio Naccari Carlizzi.
“Poiché nei giorni scorsi il Consiglio dei Ministri, più volte da noi sollecitato – proseguono i membri dell’ufficio di presidenza del gruppo regionale del PD - ha impugnato presso la Corte Costituzionale, sia la modifica dello Statuto che istituisce il consigliere supplente, sia la legge elettorale per riportare la soglia di sbarramento all’8%, chiederemo che nel prossimo Consiglio Regionale, già convocato per il 18 luglio, vengano inserite all’o.d.g. le nostre due succitate proposte di legge, affinchè possano trovare l’accoglimento dell’aula. In tal modo, si eviterebbe il giudizio della Corte Costituzionale, che sarà certamente negativo (per come si evince da numerose pronunce su analoghe fattispecie), e si scongiurerebbe ogni incertezza sulla legittimità del futuro Consiglio Regionale”.
“Se si dovesse andare alle urne con l’attuale Legge Elettorale, infatti – concludono i democrat di Palazzo Campanella - qualora la Corte Costituzionale pronunciasse successivamente l’illegittimità della stessa, il nuovo consiglio regionale potrebbe risultare avvolto in un alone di illegittimità e certamente sarebbe debole politicamente. Le grandi emergenze civili, sociali ed economiche della Calabria, invece, richiedono elezioni subito per avere un consiglio forte politicamente e legittimato ad agire con rapidità ed efficacia”.