Direttore: Aldo Varano    

Stretto governance: Presidenti dei consigli Sicilia e Calabria s'incontrano per discuterne

Stretto governance: Presidenti dei consigli Sicilia e Calabria s'incontrano per discuterne

L’assessore regionale ai trasporti Luigi Fedele e il presidente del Consiglio regionale Franco Talarico hanno incontrato, a Reggio Calabria, il presidente dell'Assemblea regionale della Sicilia  Giovanni Ardizzone, per approfondire le tematiche in ordine ad un sistema unico di governance dello Stretto.

La riunione, alla quale ha preso parte anche l’assessore regionale all’Agricoltura Michele Trematerra insieme all’assessore siciliano ai Beni culturali, Giusy Furnari, al professore dell’Università di Messina Michele Limosani ed al Presidente della Consulta regionale siciliana degli architetti Giovanni Lazzari, ha costituito il primo di una serie di appuntamenti necessari “per avviare - è stato detto - un percorso definito che favorisca la costituzione di un sistema integrato nell’Area dello Stretto, individuando i nodi e le potenzialità e definendo gli obiettivi generali e specifici da perseguire.

“Abbiamo condiviso – hanno congiuntamente dichiarato l’assessore Fedele e il presidente Talarico - insieme al presidente Ardizzone, la necessità di una governance ai problemi di mobilità e di sicurezza nell’area dello Stretto, sostenendo la volontà di creare la città metropolitana dello Stretto. Pertanto, siamo alla ricerca di quelle soluzioni che possano rendere concreta questa intenzione e per avviare in maniera determinata un percorso in tal senso. Al termine del periodo di studi e confronti porteremo le possibili soluzioni al ministro Lupi che valuterà quelle più idonee”.

“L’incontro - ha spiegato il presidente Ardizzone - è mosso da uno spirito di collaborazione e sinergia tra i due territori, perché identiche sono le peculiarità, i problemi e le soluzioni da attuare. Si tratta, infatti, di un raffronto che viene inserito nell’ambito di un più ampio ragionamento riguardo un’unica grande città metropolitana dello Stretto, che veda coinvolta Reggio e Messina, in prospettiva soprattutto di valorizzazione dell’aeroporto dello Stretto nel sistema di collegamento anche con Taormina e le isole Eolie che fanno parte dell’area metropolitana di Messina”.