Direttore: Aldo Varano    

CZ. Il gruppo Arangara dona un concerto per sostenere la causa del Teatro Masciari

CZ. Il gruppo Arangara dona un concerto per sostenere la causa del Teatro Masciari
ReP
 

IL GRUPPO “ARANGARA” DONA UN CONCERTO PER SOSTENERE LA CAUSA DEL TEATRO MASCIARI A UN ANNO DALLA SUA COSTITUZIONE. L’ESIBIZIONE MARTEDI 12 AGOSTO IN PIAZZA BRINDISI (LIDO) ALLE 21.30.
DALLE 19.00 UN HAPPENING DEGLI OPERATORI CULTURALI DELLA CITTÀ
________________

Buon compleanno Comitato Masciari! Un anno dopo la costituzione del sodalizio, nato per chiedere l’acquisizione al patrimonio pubblico dello storico teatro cittadino, il gruppo degli “Arangara”, prodotti da Francesco Guccini (anche lui membro del comitato), ha deciso di festeggiare la ricorrenza donando a Catanzaro un suo concerto. L’evento è previsto per martedì 12 agosto alle 21.30 in piazza Brindisi nel quartiere Lido.
Lo scorso anno era stata l’attrice Lidia Vitale a “regalare” il suo spettacolo su Anna Magnani, “Solo Anna”, per festeggiare l’incredibile cifra di 12.000 adesioni raggiunte dal comitato. Una pressione di opinione pubblica che ha certamente concorso a indurre il Comune a chiedere ed ottenere un finanziamento ministeriale per l’acquisto della struttura; finanziamento che però è atteso per la fine dell’anno. Anche per questo, l’attenzione sulle sorti del Masciari “bene comune” non si spegne ed in più resta alta anche oltre i confini della città e della regione.
Arangara nasce infatti a Bologna nella primavera del 2005 come progetto musicale nel solco della migliore canzone d’autore italiana, mescolata alle influenze della musica popolare del Sud. In questa commistione, coinvolgente e trascinante, i diversi scenari sono sempre legati da un filo conduttore comune: la narrazione in forma di poesia canzone di singoli eventi dal sapore antico e affascinante, dai quali partire per trovare messaggi che, inevitabilmente, si riversano nella vita attuale.
Il concerto sarà preceduto, dalle 19.00 in poi, da un happening di diversi operatori culturali che saranno presenti in piazza Brindisi. Scuole di teatro, compagnie, gruppi musicali, singoli artisti, associazioni, operatori dell’informazione - in più, non è esclusa qualche sorpresa… - allestiranno dei punti-info per promuovere la propria attività, incontrare la gente, ma soprattutto per dare corpo e concretezza a un sentire comune: l’esistenza, cioè, di un tessuto culturale cittadino che, se pure trasversale ad ambiti diversi, si riconosce in un complesso di valori che hanno al centro la produzione culturale come risorsa endogena del territorio per la crescita civile ed economica e, di conseguenza, la necessità di spazi dove potersi esprimere.