Direttore: Aldo Varano    

RC. Il CIS della Calabria presenta “La traversata della poesia: Maria Luisa Spaziani e il Novecento”

RC. Il CIS della Calabria presenta “La traversata della poesia: Maria Luisa Spaziani e il Novecento”
ReP
 


“La traversata della poesia: Maria Luisa Spaziani e il Novecento” è il tema dell’incontro di sabato 30 Agosto 2014, alle ore 21.00, nello spazio del chiostro di San Giorgio al Corso. Il Centro Internazionale Scrittori della Calabria, in collaborazione con le Cattedre di Lingua e Traduzione Francese, di Filologia Classica e di Letteratura Italiana dell’Università di Messina, ricorderà a più di un mese dalla scomparsa, la poetessa Maria Luisa Spaziani. Interverranno i proff.: Maria Gabriella Adamo (ordinario di Lingue e Traduzione Francese – Università di Messina), Paola Radici Colace (ordinario di Filologia Classica – Università di Messina), René Corona (Ricercatore di Lingua Francese – Università di Messina), Maria Froncillo Nicosia (Editrice de “Il Gabbiano”), Clara Monterossi (Scrittrice, poetessa), Giuseppe Rando (ordinario di letteratura Italiana – Università di Messina), Marisa Trimarchi (già docente di materie letterarie). Durante la manifestazione sarà proiettato un video a cura del prof. Nicola Petrolino (esperto e critico di cinema) che illustrerà biografia e opera della grande poetessa. Intermezzo musicale del M° Flora Ferrara. La raccolta d'esordio della Spaziani "Le acque del sabato" (1954), è caratterizzata da una spiccata tensione lirico autobiografica e dalle suggestioni delle avanguardie europee, mentre in "Luna lombarda" (1959), "Il gong" (1962), "Utilità della memoria" (1966), "L'occhio del ciclone" (1970) si stagliano passioni costanti; le cose concrete, i volti e i paesaggi del mondo, la gioia dei sensi e dei sentimenti, degli amori e dei disamori si fondono in un impasto caldo e affabile con le tessere della sua prolifica memoria letteraria che attinge sia alla letteratura classica che a quella moderna, alla grande poesia europea (Montale su tutti), al teatro francese dal Rinascimento al Novecento. Le ultime raccolte - da "Geometria del disordine" (1981, Premio Viareggio) a "La stella del libero arbitrio" (1986) alle recenti "Poesie della mano sinistra" - testimoniano il passaggio a una scrittura via via più diaristica, "impura" e aforistica, il lato insomma più sapienziale e ironico della sua ispirazione. Il Meridiano Mondadori pubblicato nel 2012 contiene tutte le raccolte poetiche di Maria Luisa Spaziani.