Direttore: Aldo Varano    

Il pres. Talarico sul fondo produttività erogato ai dipendenti del Consiglio

Il pres. Talarico sul fondo produttività erogato ai dipendenti del Consiglio
ReP
 

“E’ una notizia interamente falsa che purtroppo seguita da qualche tempo a girare”. Lo afferma il presidente del Consiglio regionale Francesco Talarico, in riferimento a quanto sostenuto da Sinistra ecologia e libertà, secondo cui “l’Ufficio di Presidenza avrebbe deliberato 3 milioni e mezzo a favore dei dirigenti del Consiglio regionale senza il preventivo parere del Collegio dei revisori dei conti e malgrado gli esperti contabili abbiamo motivato l’illegittimità di tale erogazione”. “L’Ufficio di Presidenza - aggiunge il presidente Talarico - contrariamente a quanto si sostiene con evidente intento denigratorio e con l’obiettivo di creare confusione nell’opinione pubblica , non ha mai deliberato 3 milioni e mezzo di euro per i propri dirigenti. Chi lo sostiene mente sapendo di mentire. Ed agisce non solo contro la verità, ma lede anche la credibilità delle istituzioni democratiche e consapevolmente favorisce l’ondata antipolitica che si nutre proprio di falsità e accuse generiche quanto infondate. Al contrario, nel rispetto della legislazione vigente e dei contratti di lavoro, avendo ben presente le argomentazioni contenute nella relazione del Mef in riferimento agli anni 2008/2012, l’Ufficio di Presidenza ha deciso, all’unanimità e dopo proficui e numerosi confronti con le organizzazioni sindacali, in attesa che si giunga agli auspicati e definitivi chiarimenti nonché alla nomina del nuovo Collegio dei revisori dei conti cui saranno trasmessi tutti gli atti per acquisire il previsto parere, deliberato, nonostante le richieste di avere il 100 per cento delle spettanze, erogato un acconto pari al 70 per cento del fondo previsto dall’Amministrazione per il 20013 ai circa 400 dipendenti dell’Assemblea legislativa. In una condizione difficile per tutte le famiglie calabresi - spiega il presidente Talarico - si è ritenuto, pur avendo, come al solito, a cuore la corretta amministrazione delle risorse pubbliche, di non dover più ritardare l’attribuzione delle legittime spettanze, sebbene nelle riferite ridotte percentuali e con le cautele del caso, ai lavoratori interessati. Per quanto attiene anche dette questioni - conclude il presidente Talarico - si precisa che è stata già trasmessa una dettagliata e documentata informativa alla Corte dei Conti, alla Procura della Corte dei Conti ed al Comando regionale della Guardia di Finanza”.