Direttore: Aldo Varano    

LOCRIDE. Imbalzano (Ncd) ripristinare strate provinciali

LOCRIDE. Imbalzano (Ncd) ripristinare strate provinciali
"Non sono piu' eludibili i ripristini delle strade provinciali che collegano Bovalino a Benestare e Benestare a San Nicola d'Ardore, rispettivamente le ex 112 e 110. Dopo ripetuti sopralluoghi, impegni di interventi, annunciati finanziamenti volti a ripristinare il traffico di due delle strade provinciali piu' frequentate dell'intera Locride, a tutt'oggi le due arterie permangono chiuse al traffico, con enormi disagi della popolazione dei centri piu' direttamente interessati dell'area medio-jonica". Lo afferma, in una dichiarazione, il presidente della Commissione "Bilancio, Programmazione economica, Attivita' produttive e Fondi comunitari" del Consiglio regionale, Candeloro Imbalzano.  
 
"Ancora una volta - aggiunge - su pressante sollecitazione del circolo Ncd di Benestare e di alcuni consiglieri di minoranza dello stesso popoloso e ridente centro, che si sono fatti portavoce di un malcontento che nessuno puo' piu' ignorare, ci vediamo costretti a riproporre le criticita', forse piu' macroscopiche del sistema viario che collega (o collegava) Bovalino a Careri (via Bovalino Superiore e Benestare) e Benestare ad Ardore Superiore, con grave pregiudizio per studenti, lavoratori e cittadini in genere, in un'area dove, di fatto, non esiste una viabilita' alternativa".  
 
"E' venuto il momento - dice ancora Imbalzano - di superare ogni sorta di difficolta', sia di eventuale natura finanziaria, rammentando che frequentemente vengono annunciate opere viarie nel resto della provincia, sia di carattere burocratico, atteso che sono cominciate le prime piogge e nelle prossime settimane entreremo in piena stagione autunnale con la possibilita' di aggravare il gia' pericoloso rischio idrogeologico".   "Riteniamo peraltro prioritario - conclude - superare eventuali criticita' per la messa in sicurezza e l'agibilita' delle due arterie provinciali, anche perche' sono gia' annunciate iniziative di mobilitazione della popolazione dei popolosi centri direttamente coinvolti".