Direttore: Aldo Varano    

RC. Depuratore dell’Oliveto, Crea: impianto alla ”avanguardia” che minaccia la nostra salute

RC. Depuratore dell’Oliveto, Crea: impianto alla ”avanguardia” che minaccia la nostra salute
ReP
 

Sono costretto a rivolgermi per l’ennesima volta alle Istituzioni competenti per segnalare che continuano le moleste emissioni odorigene del depuratore dell’Oliveto. Intorno alle ore 21,30 del 12 settembre 2014 la contrada Oliveto è stata ancora una volta invasa da un tremendo e insopportabile odore di fogna che ci ha provocato un senso di soffocamento. L’ inequivocabile puzza di fogna ci ha accompagnato per tutta la nottata. Nella serata del 12 settembre u.s. intorno alle ore 23,00 è stata inoltrata segnalazione alle Istituzioni competenti, alle quali, tra l’altro, è stato chiesto chi e che cosa si stia aspettando per adottare i dovuti provvedimenti a tutela della salute pubblica. In questo a dir poco desolante scenario dove l’Amministrazione comunale ha cercato sempre di negarne l’evidenza, finalmente il vice Presidente del Consiglio comunale Filippo Verduci condivide la nostra tesi da tempo sostenuta sull’utilizzo improprio, anche da parte del Comune di Motta San Giovanni, del denaro pubblico. Infatti il Vice Presidente del Consiglio comunale alla mia domanda posta nella precedente segnalazione concernente la problematica in questione riportata da alcuni Organi di stampa e pubblicata sulla pagina “Facebook” ovvero “a chi è giovato spendere tanti soldi se le criticità persistono?” ha risposto: “a un territorio che si chiama Motta San Giovanni”. Non avevamo dubbi, continuate così che siete sulla strada giusta per portarci al dissesto finanziario. Penso che prima di commentare le mie segnalazioni bisognerebbe leggerle e qualcuno dovrebbe anche capirle. Dopo la grave affermazione del Vice Sindaco Giuseppe Benedetto rilasciata agli Organi d’Informazione nell’ambito della telenovela del mancato rilascio della concessione demaniale per l’inaugurazione della “spiaggia Libera” di Lazzaro “…si rimedierà ad una vicenda che ha in sè il paradosso del predicare bene e del razzolare male” , registriamo un’altra grave affermazione del vice presidente del consiglio comunale che non solo si discosta da quanto affannosamente sostenuto dal Sindaco Ing. Paolo Laganà nel difendere il “ben operare” della sua Giunta, ma mette a segno un altro KO per l’Amministrazione comunale. La risposta del Vice Presidente del Consiglio è chiara e non ci si può eventualmente giustificare nell’affermare che si tratta di commento fatto dallo stesso nella veste di cittadino, atteso che il cittadino Filippo Verduci, come riportato sul sito istituzionale del Comune di Motta SG, riveste la carica di vice presidente del Consiglio comunale. Eppure il Sindaco, a seguito di altra mia segnalazione riguardante il depuratore, aveva rivolto invito, riportato dagli Organi d’Informazione, all’esecutivo e all’Amministrazione comunale di Motta a non prestare più il fianco, astenendosi da qualsiasi replica giornalistica. Mi domando, ancora, dopo queste gravi dichiarazioni non avrebbero dovuto seguire le dimissioni? perché si tollera che chi ha screditato la Giunta continui a farne parte? Domande che sicuramente non troveranno risposta.
Vincenzo CREA
Referente unico dell’ANCADIC Onlus
e Responsabile del Comitato spontaneo “Torrente Oliveto”