Direttore: Aldo Varano    

Pasquale Imbalzano su reistituzione di un Assessorato alle politiche sul lavoro e di lotta alla disoccupazione

Pasquale Imbalzano su reistituzione di un Assessorato alle politiche sul lavoro e di lotta alla disoccupazione
ReP
 

“Il grave fenomeno della crisi occupazionale, come diretta conseguenza della crisi economica di questi ultimi 5 anni, impone alla prossima amministrazione politica - che sono convinto sarà quella guidata da Lucio Dattola - di reistituire un assessorato esclusivamente dedito alle politiche del lavoro e di lotta alla disoccupazione”, è quanto dichiara Pasquale Imbalzano, già Consigliere Comunale e Presidente della Commissione “Decentramento Amministrativo” del Comune di Reggio Calabria.
“Di fronte ad una situazione emergenziale che fa riferimento alla mancanza di opportunità di lavoro in un territorio economicamente debole come il nostro, convincente e vigorosa deve essere la risposta delle istituzioni sia dal punto di vista organizzativo che rispetto agli obiettivi di prevenzione e contenimento di questo diffuso disagio sociale. E soprattutto attraverso il corretto utilizzo di risorse straordinarie come quelle derivanti dagli strumenti del programma operativo regionale FSE 2014-2020“, continua Pasquale Imbalzano.
“Inoltre, sul piano operativo, tra gli strumenti che meritano attenzione e che andrebbero incontro alle esigenze tanto dei datori di lavoro quanto di coloro che sono alla ricerca di nuova occupazione, trovano centralità i progetti di politiche attive del lavoro, che buoni risultati hanno ottenuto nelle esperienze amministrative del recente passato.
Questi -nei fatti- consentono di sgravare, per un verso, i datori di lavoro dal carico degli oneri relativi alla formazione professionale, al pagamento dei contributi previdenziali, assicurativi e fiscali per i lavoratori dipendenti, nel corso dei primi anni di attività prestata, nonché, per altro verso, consentono ai disoccupati e a quanti di coloro che sono alla ricerca di prima occupazione di vedersi riconosciuto un contratto di lavoro stabile e duraturo, incidendo sul contenimento del fenomeno della disoccupazione e in particolare sul lavoro irregolare”, aggiunge Pasquale Imbalzano .
“Nella consapevolezza che in via generale l’ente Comune non è nelle condizioni di imprimere un radicale miglioramento del rapporto tra domanda e offerta di lavoro - che risulta in verità sottoposto alla necessità di una riforma organica del mercato del lavoro di competenza statale – tuttavia può sicuramente programmare interventi e produrre risultati efficaci e credibili che convincano del fatto che non si debba esser costretti ad emigrare per cogliere una migliore opportunità di vita e che è invece possibile coglierla nella propria terra d’origine”, conclude Pasquale Imbalzano.