Direttore: Aldo Varano    

ENZA BRUNO BOSSIO (Pd): Approvata alla Comm/ne Trasporti una visione strategica per Gioia Tauro

ENZA BRUNO BOSSIO (Pd): Approvata alla Comm/ne Trasporti una visione strategica per Gioia Tauro

"Esprimo soddisfazione e apprezzamento per il lavoro svolto dall'intera Commissione Trasporti della Camera soprattutto per il fatto che le modifiche e gli emendamenti che abbiamo introdotto hanno connotato la relazione ed il parere di una forte impronta meridionalista come scelta strategica di un processo di crescita nazionale". E' quanto afferma la deputata del Pd Enza Bruno Bossio, "alla quale - riporta un comunicato - è stato demandato il compito di sostenere, in sede di Commissione Bilancio, gli emendamenti coerenti con il parere approvato", dopo che l'organismo "ha deliberato a maggioranza, con il solo voto contrario di M5S, il parere favorevole sul disegno di Legge di Stabilita'".

"Hanno trovato nel parere finale centralità - aggiunge Bruno Bossio - le problematiche relative all'area strategica del sistema Gioia Tauro e dell'area dello Stretto. In particolare la Commissione ha accolto favorevolmente la proposta che ho formulato per il potenziamento della dotazione infrastrutturale di collegamento intermodale del porto di Gioia Tauro. Non meno importante è stata la decisione di richiedere l'introduzione nella Legge di Stabilita' di misure volte a ridefinire il sistema della mobilità nell'area dello Stretto di Messina attraverso il reperimento di risorse necessarie per assicurare la continuità, l'adeguatezza e l'efficienza dei servizi di collegamenti marittimi, ferroviari e intermodali".

"Non è possibile - sostiene ancora la parlamentare - che il tema del collegamento veloce tra l'Italia e la Sicilia affiori solo quando si discute sulla ipotesi di realizzazione del Ponte. Il tema rimane oscurato, invece, in relazione alle problematiche della concreta realtà. Esprimo, infine, soddisfazione per la decisione della Commissione di condividere, in sede di parere, la mia proposta di modifica del disegno di Legge di Stabilità per bloccare il taglio del finanziamento di tre milioni di euro concesso con la Finanziaria 2001 come contributo straordinario al comune di Reggio Calabria. Sarebbe errato se il Parlamento dovesse accettare la richiesta del Governo di cancellare, proprio nel momento in cui la nuova Amministrazione Comunale si mette in cammino, il fondo destinato al risanamento del patrimonio edilizio comunale, il completamento della riqualificazione delle reti idriche e fognarie, la valorizzazione del patrimonio storico, archeologico e monumentale della città di Reggio Calabria.