Direttore: Aldo Varano    

Caminiti (M5S): in calabria prima ancora di ammalarsi si muore di Silenzio

Caminiti (M5S): in calabria prima ancora di ammalarsi si muore di Silenzio
ReP
 

Clientele ,malaffare, ed una invasione della politica che non ha nessun precedente dalla nascita delle regioni.

La cultura dell'appartenenza a questo o quel carrozzone politico invece che della competenza ,la lottizzazione selvaggia delle nomine dei manager sanitari, ha di fatto relegato in un angolo la preparazione specifica di chi è chiamato a dirigere le sorti di un diritto costituzionalmente riconosciuto come quello della salute.

Un piano di rientro costato lacrime e sangue prodotto dalle gestioni del centrosinistra e centrodestra divisi con le parole ma unite nel considerare i diritti dei cittadini, ed in questo caso ospedali e strutture sanitarie, come terreno di caccia per accontentare i loro sodali, senza alcun ritegno né per gli operatori sanitari calabresi sempre più pochi a combattere in trincea le disfunzioni del sistema, né per la sofferenza dei cittadini che non hanno un servizio sufficientemente bastevole a soddisfare le loro esigenze salutari.


Dai 30 MILA EURO DI CRAVATTE fino ai 40 MILIONI di euro REGALATI AD AZIENDE che dovevano assumere dipendenti e non l’hanno fatto, passando per gli altri 15 MILIONI REGALATI A DIRIGENTI POLITICAMENTE VICINI.

Questo e altro ancora è stato il sistema di potere in Calabria che si ripresenta alle elezioni regionali il 23 novembre, senza novità e senza discontinuità.

Quindi mentre si sperparnano soldi pubblici per le sopra descritte “porcherie”, i malati di cancro nella nostra regione muiono per carenza anche di farmaci.
Infatti,
Il trattamento con l’ immunoterapia endovescicale con il farmaco BCG Onco-Tice costituisce il trattamento di prima linea (gold standard) contro il carcinoma uroteliale della vescica e deve essere eseguito a distanza max di 3-4 settimane dalla diagnosi.
La progressione di questo tipo di malattia alla parete vescicale esterna della vescica o ai linfonodi diventa successivamente difficilmente curabile. 
.Questo tipo di malattia, è gravato da una percentuale altissima di recidiva e di progressione e di morte ( > 50% dei casi a 5-10 anni) 


Dal mese di Luglio di fatto tutti i pazienti degli ospedali della Calabria sono in attesa di eseguire il trattamento e solo pochissime confezione del BCG-OT sono state consegnate a fronte di molte promesse.

Qui in calabria la gente prima ancora di ammalarsi e morire di tumore muore di silenzio. Come si fa a morire di silenzio ? Facile, basta conoscere questa situazione sopra descritta e continuare a tacere.

Il 23 novembre del 2014 avrete in vece la possibilità di “Urlare” e mandare via questa vecchia classe politica che ha distrutto la nostra sanità calabrese votando il M5s.